Un nuovo aerotaxi sopra Agno

La Domenica

Può viaggiare a 913 km/h e raggiungere in poche ore città come Mosca o Dubai: «Con il nostro aereo si spende come in business class: volare a Londra costa 3.000 franchi» - Tra i clienti della Air Dynamic celebrità del calibro di Gwyneth Paltrow, Elton John, Michael Bublé e Mark Zuckerberg

 Un nuovo aerotaxi sopra Agno
©CdT/Chiara Zocchetti

Un nuovo aerotaxi sopra Agno

©CdT/Chiara Zocchetti

 Un nuovo aerotaxi sopra Agno

Un nuovo aerotaxi sopra Agno

 Un nuovo aerotaxi sopra Agno

Un nuovo aerotaxi sopra Agno

 Un nuovo aerotaxi sopra Agno

Un nuovo aerotaxi sopra Agno

 Un nuovo aerotaxi sopra Agno

Un nuovo aerotaxi sopra Agno

 Un nuovo aerotaxi sopra Agno

Un nuovo aerotaxi sopra Agno

 Un nuovo aerotaxi sopra Agno

Un nuovo aerotaxi sopra Agno

 Un nuovo aerotaxi sopra Agno

Un nuovo aerotaxi sopra Agno

A Lugano è arrivato un nuovo aerotaxi, il secondo. Ha dieci posti a sedere, di cui cinque trasformabili in letti. Può viaggiare a 913 km/h e raggiungere in poche ore città come Mosca o Dubai. Per la sua presentazione, sabato scorso all’aeroporto di Agno, è stata organizzata una cerimonia con parecchi invitati. Tutti potenziali clienti del taxi, alcuni dei quali hanno già prenotato un posto a bordo del nuovo gioiellino. «È la dimostrazione del grande interesse che Lugano Airport continua a suscitare» osserva Raffaella Meledandri, direttrice di Air Dynamic, la società che ha preso in gestione il nuovo jet. Un Falcon 2000 S che sarà di stanza ad Agno, pronto ad accogliere chiunque voglia prendere il volo senza dover affrontare tutta la trafila dei comuni mortali. «In tre ore organizziamo qualsiasi tipo di volo - spiega Meledandri -. Il cliente non deve pensare a niente, facciamo tutto noi. Volare diventa un’esperienza facile, comoda e sicura». Qualcuno penserà che sia anche costosa. «Ma le tariffe a persona - risponde Meledandri - sono paragonabili a quelle dei voli in business class».

Piloti esperti

Indicativamente, farsi trasportare dal nuovo Falcon per andare e tornare da Londra in giornata può costare attorno ai 30.000 franchi tutto compreso. Diviso per dieci persone, fanno 3.000 franchi a testa. Possono sembrare tanti. Ma va considerato l’impagabile vantaggio di non doversi preoccupare di niente. Né code, né attese, né pratiche amministrative, né vicini molesti. «Abbiamo comunque un’alternativa anche per chi vuole spendere meno - osserva Meledandri -. Il Pilatus PC-12 è molto funzionale ed è più economico. Costa circa la metà. Il nuovo Falcon è più caro ma è anche più performante. Ci tengo inoltre a sottolineare che per entrambi i nostri aerei basati ad Agno possiamo contare su piloti che conoscono alla perfezione l’aeroporto. Non è un aspetto secondario, quando si tratta di atterrare su una pista che non è esattamente facile».

Livelli pre-pandemici

Una pista che resta gettonata. Nonostante la fine dei voli di linea e il COVID-19. «Nel 2018 e nel 2019 - afferma Davide Pedrioli, direttore di Lugano Airport - contavamo circa 8.000 movimenti di aviazione generale all’anno. Quest’anno dovremmo contarne tra 7.500 e 8.000. Significa che nonostante la pandemia abbia in parte ridotto gli spostamenti degli uomini d’affari, la richiesta di traffico aereo resta considerevole. È l’espressione di un territorio che, per vari motivi, continua ad avere la necessità di volare e quindi di poter contare su un aeroporto efficiente». Un aeroporto che non può che gioire per l’arrivo del nuovo Falcon. «La Air Dynamic - osserva Pedrioli - ha giocato d’anticipo rispetto a quelle che sono sempre di più le richieste del mercato. Questo tipo di mobilità aerea è la direzione verso la quale stanno andando o dovranno andare tutti gli aeroporti regionali svizzeri. Inoltre questo nuovo arrivo fa piacere perché è segno di un ulteriore consolidamento di una ditta con sede all’aeroporto che sta dando prova di grande dinamismo».

Da Bublé a Zuckerberg

Una ditta che, seppur magari sconosciuta al grande pubblico ticinese, ha saputo negli anni costruirsi una immagine importante. Tra i clienti della Air Dynamic celebrità del calibro di Gwyneth Paltrow, Elton John, Michael Bublé e persino Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook. «Offriamo i nostri servizi su scala mondiale - spiega Meledandri -. A Lugano gestiamo due aerei, ma abbiamo anche quattro elicotteri in Italia e delle partnership in tutto il mondo. Rispondiamo a quella che è sempre più un’esigenza: affidarsi a dei professionisti per poter volare in modo sicuro, comodo e veloce senza doversi preoccupare di nulla».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: La Domenica
  • 1
  • 1