La fattoria degli animali

Gli orsi albanesi domani ad Arosa

Il Bärenland grigionese si appresta ad accogliere la coppia nata 13 anni fa nel Paese balcanico

Gli orsi albanesi domani ad Arosa
(Foto Bärenland Arosa)

Gli orsi albanesi domani ad Arosa

(Foto Bärenland Arosa)

Finalmente i due orsi bruni, che da circa 13 anni vivevano presso un ristorante in Albania, possono essere trasportati ad Arosa. Una delegazione di rappresentanti di Four Paws e della Fondazione per gli orsi di Arosa ha incontrato il sindaco della regione e i membri della famiglia proprietaria poco prima dell’inizio del trasporto.

In Albania il lavoro del Governo e dell’organizzazione animalista Four Paws (Quattro zampe) sta portando i suoi frutti. Il proprietario di un ristorante e di due orsi bruni si è rivolto all’organizzazione e ha espresso il desiderio di cedere i due animali (una femmina e un maschio) di circa 13 anni di età. Sebbene i figli del proprietario siano cresciuti insieme a quelli che allora erano due piccoli orsetti, salvati dalle sgrinfie dei bracconieri, fin dall’inizio si era sperato di dar loro più spazio. Nel piccolo zoo accanto al ristorante, situato in un paesaggio roccioso e lungo le sponde di un fiume, questo non era realizzabile. Il nuovo parco per gli orsi Bärenland di Arosa potrà offrire ai due plantigradi, ben nutriti e in buona salute, molta più libertà di movimento. Pascal Jenny, presidente della Fondazione per gli orsi di Arosa, è rimasto colpito dal caloroso benvenuto riservato alla delegazione svizzera in Albania: «Siamo rimasti affascinati dal calore dimostrato nei nostri confronti dalla famiglia proprietaria. Più volte ha sottolineato la sua soddisfazione per la soluzione proposta, sebbene si sentisse quanto fosse legata emotivamente agli orsi».

Lui attivo, lei più ritrosa
Sul luogo, i due orsi non parevano molto attivi, ma ben nutriti. Questo lascia sperare che entrambi possano iniziare il loro riposo invernale una volta arrivati ad Arosa. Il maschio si è mostrato molto interessato alle mele (il suo cibo preferito, secondo il proprietario) offertegli da uno dei figli del proprietario. Incuriosito, l’animale ha lasciato il suo giaciglio e ha esplorato il recinto, costruito su due piani. Dopo aver mangiato una mela si è tuffato nella piccola pozza godendosi un breve bagno. Sebbene fosse una giornata invernale soleggiata, alla vista dei numerosi visitatori, la femmina è rimasta rintanata in un angolo del recinto e si è spostata molto poco. «Siamo lieti di poter portare i due orsi bruni ad Arosa. L’ambiente variegato del parco di Bärenland – compresi gli stagni – sarà ideale per loro», ha detto visibilmente felice il capo delle Four Paws Svizzera, Alexandra Mandoki.

Lungo tragitto
La delegazione svizzera è arrivata in Albania lunedì 28 gennaio con il mezzo attrezzato per il trasporto degli animali. Una volta caricati i due orsi, il recinto sarà smantellato poiché i proprietari non vogliono più tenere animali in uno spazio così piccolo. Dopo un viaggio che li condurrà attraverso la Macedonia, la Grecia e l’Italia, si prevede che i due orsi arrivino in Svizzera ad Arosa proprio domani.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
  • 1
Ultime notizie: La Fattoria
  • 1
    estinzione

    Sempre più specie minacciate

    La lista rossa dell’Unione internazionale per la conservazione della natura comprende ora 28 mila specie in più ovvero il 27% di quelle conosciute

  • 2
  • 3
    A tavola

    Ritorna quel piacere

    Sempre più giovani frequentano i corsi di cucina, mentre nei negozi si trovano utensili di ogni tipo e forma. E si valorizzano anche i prodotti del territorio, per una pasticceria a chilometro zero

  • 4
    Squali

    Quanto è veloce quel Mako

    La popolazione di questa specie si sta assottigliando in tutti gli oceani: è allarme È un pesce agile e intelligente, un vero simbolo anche del nostro immaginario

  • 5
  • 1