Le specie a rischio
ora sono 28mila in più

La minaccia

La lista rossa dell’Unione internazionale per la conservazione della natura comprende ora 28 mila specie in più ovvero il 27% di quelle conosciute

Le specie a rischio<br />ora sono 28mila in più
Gli anfibi sono quelli più a rischio tra le nuove specie da tutelare. (Foto Archivio CdT)

Le specie a rischio
ora sono 28mila in più

Gli anfibi sono quelli più a rischio tra le nuove specie da tutelare. (Foto Archivio CdT)

GLAND (VD) - Si è allungata la lista rossa delle specie minacciate di estinzione: stilata dall’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (Iucn) adesso comprende 28.000 specie in più, pari al 27% di quelle esistenti.

L’elenco stilato dall’organizzazione internazionale adesso comprende complessivamente circa 106.000 specie, classificate secondo una scala che va da quelle più al riparo dal rischio di estinzione a quelle seriamente minacciate, fino a quelle ormai estinte, ossia il cui ultimo esemplare esistente sul pianeta è scomparso.

Sono cifre che «indicano chiaramente quanto in ogni angolo del mondo l’uomo stia sfruttando la natura», ha rilevato la direttrice generale della Iucn, Grethel Aguilar.

La sita rossa delle specie minacciate è purtroppo una lista destinata ad aumentare. Delle nuove specie da tutelare, appena incluse, i più fragili sono gli anfibi, che costituiscono il 40% delle specie recentemente incluse nell’elenco, seguiti da conifere (34%) e barriera corallina (33%); seriamente minacciati anche squali e razze (30%), crostacei (27%), mammiferi (25%) e uccelli (14%).

A preoccupare sono soprattutto le conseguenze della pesca eccessiva. Quest’ultima, rilevano gli esperti della Iucn, «ha spinto due specie di razza sull’orlo dell’estinzione, mentre sette specie di primati sono decisamente in declino a causa della perdita del loro habitat».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: La Fattoria
  • 1
  • 1