Buon Natale alle teste d’uovo di Bruxelles

La posta di Carlo Silini

Scrivete a [email protected] con menzione «per Carlo Silini»

Buon Natale alle teste d’uovo di Bruxelles
© Shutterstock

Buon Natale alle teste d’uovo di Bruxelles

© Shutterstock

l politicamente corretto non risparmia niente e nessuno. La Commissione europea, tramite un documento interno, considera il Natale una festività poco «inclusiva». Nel bersaglio anche i nomi Maria e Giovanni. Il motivo? Potrebbero risultare «offensivi» per i non cristiani. In nome di una bieca ideologia si vuole sopprimere la cultura di un popolo. La nostra storia e la nostra identità non si cancellano, si rispettano.

Giacomo Realini Caslano

La risposta

Caro Giacomo Realini, va detto che nel frattempo la Commissione europea, sommersa dalle critiche, ha ritirato le cosiddette «linee guida per una comunicazione inclusiva» che suggerivano ai funzionari UE di evitare ogni riferimento a «genere, etnia, razza, religione, disabilità e orientamento sessuale» e di «non usare nomi propri tipici di una specifica...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: La posta di Carlo Silini
  • 1
  • 1