Il caso degli uiguri e il dilemma dei giornalisti

La posta di Carlo Silini

Scrivete a lettere@cdt.ch

Il caso degli uiguri e il dilemma dei giornalisti
Manifestazione a favore degli uiguri a Hong Kong.

Il caso degli uiguri e il dilemma dei giornalisti

Manifestazione a favore degli uiguri a Hong Kong.

Egregio signor Silini, caro Carlo, nella nuova veste di responsabile per rispondere a domande di lettori del Corriere Ticino chiedo cortesemente di voler rispondere a questa domanda: la stampa internazionale, quella svizzera e quella italiana, negli ultimi anni hanno pubblicato ampi servizi riguardanti i campi di concentramento e di lavori forzati organizzati dal Partito Comunista Cinese in cui sono imprigionati centinaia di migliaia di donne e uomini della etnia degli uiguri. Continua da anni anche la repressione contro i cristiani e la distruzione di chiese, pagode buddhiste e moschee islamiche. Da anni provvedo ad inviarti tutte queste prese di posizione, compresa la recente condanna da parte del Pontefice. Invano. Silenzio. Allora ecco la mia domanda: perché ogni volta che sul Corriere...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: La posta di Carlo Silini
  • 1
  • 1