Pregi ed eccessi della tribù dei ciclisti

La posta di Carlo Silini

Scrivete a [email protected]

Pregi ed eccessi della tribù dei ciclisti
© CdT/Gabriele Putzu

Pregi ed eccessi della tribù dei ciclisti

© CdT/Gabriele Putzu

Caro Carlo, scrivo perché dove vivo io, a Tegna, c’è un grosso problema sulle strade: troppi ciclisti. Buona parte di quanti arrivano in bici dal Piano di Magadino invece di stare sulla pista ciclabile, all’altezza di Losone si immettono sulla strada per Ponte Brolla ed è un disastro. Non so se lo facciano perché la pista non è segnalata bene o per tagliare la strada. Forse proprio perché i cartelli indicatori non si vedono così chiaramente. Magari gli alberghi locali potrebbero informare meglio i loro clienti su questo aspetto. Fatto sta che spostarsi in auto da Losone a Ponte Brolla può essere impressionate. La strada è tortuosa e fare sorpassi a tre o quattro ciclisti è un azzardo, anche perché spesso ci sono dei bambini. Ci sono poi anziani che corrono quasi in mezzo alla strada e non a...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: La posta di Carlo Silini
  • 1
  • 1