Ricordate? Siamo stati giovani anche noi

La posta di Carlo Silini

Scrivete a [email protected]

Ricordate? Siamo stati giovani anche noi
Fame di vita. © archivio CdT

Ricordate? Siamo stati giovani anche noi

Fame di vita. © archivio CdT

Gentile Carlo Silini, al momento della nascita, veniamo circondati di attenzioni e di affetto. Comincia la crescita, la scuola, poi arriva la fase più delicata: quella dell’adolescenza. Siamo chiamati a una scelta di base: continuare gli studi o abbracciare subito il mondo del lavoro. I rapporti con i genitori entrano nelle prime divergenze di vedute: la critica al mondo che ci hanno preparato, non va bene quasi niente, tutto da rifare. Sembriamo capaci di rivoluzionare il mondo a parole e ci ribelliamo con i genitori (e la società) che non riescono più a capire i propri figli. Siamo passati quasi tutti da quella fase di vita e più tardi siamo arrivati a capire che nel mondo si deve andare avanti fra sacrifici e rinunce, che ogni posizione la si conquista con l’impegno e la determinazione,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: La posta di Carlo Silini
  • 1
  • 1