Sono le notizie le «star» dei media, non i giornalisti

La posta di Carlo Silini

Scrivete a [email protected]

Sono le notizie le «star» dei media, non i giornalisti
Un’edicola a Bellinzona © CdT/ Chiara Zocchetti

Sono le notizie le «star» dei media, non i giornalisti

Un’edicola a Bellinzona © CdT/ Chiara Zocchetti

Caro Carlo, recentemente hai trattato il delicato argomento relativo di rendere pubblico o meno il nome di chi è indagato di reati. Oggi ti sottopongo un quesito relativo al fatto se, quando i giornalisti commentano un fatto di cronaca, devono o meno esprimere una loro opinione di parte. È normale che tutti possano avere una propria idea politica ma personalmente ritengo più corretto che chi è chiamato a dare informazioni su fatti avvenuti, lo deve fare in modo neutro senza parteggiare per una parte o l’altra e lasciare al lettore o all’ascoltatore di giudicare cosa è meglio. Da tempo non seguo più il Quotidiano della RSI in quanto ritengo che diversi giornalisti sono smaccatamente di parte e perciò non danno un’equa informazione: ascolto molto più volentieri il notiziario delle 18.00 di TeleTicino...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: La posta di Carlo Silini
  • 1
  • 1