Un irrimediabile amore per il giornalismo

La posta di Carlo Silini

Scrivete a [email protected]

Un irrimediabile amore per il giornalismo
© CdT/Archivio

Un irrimediabile amore per il giornalismo

© CdT/Archivio

Da quasi trent’anni vivo di pane e informazione, ma oggi le mie certezze, il mio entusiasmo, vacillano. Anni fa, all’inizio della mia carriera, quando dicevo ad amici o conoscenti che «facevo il giornalista», c’era ammirazione e invidia, perché appartenevo ad un ristretto gruppo di persone «fortunate». Oggi non credo sia ancora così. Mia figlia tempo fa, mi ha svelato che le sarebbe piaciuto fare la giornalista. Io le ho risposto di pensarci bene, che secondo me è un mestiere «senza futuro». Gli editori soffrono una crisi economica che non vede una luce alla fine del tunnel, in gran parte dovuta alla forte riduzione della pubblicità, ma anche forse alla scemata credibilità di certa stampa o TV. Una situazione evidenziata anche con la diminuzione di contenuti di approfondimento e licenziamenti...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: La posta di Carlo Silini
  • 1
  • 1