La soluzione

Come depurare il viso
con la sauna facciale

Come depurare il viso <br />con la sauna facciale
Il calore è un ottimo alleato per idratare la pelle e curare le imperfezioni: l’importante è saperlo usare con attenzione e senza esagerare

Come depurare il viso
con la sauna facciale

Il calore è un ottimo alleato per idratare la pelle e curare le imperfezioni: l’importante è saperlo usare con attenzione e senza esagerare

Il mondo dell’estetica si apre alle ricette di bellezza fai-da-te, perfette per l’uso domestico e per rendere speciali sia le pause dal lavoro che i fine settimana. Protagonista di molti trattamenti è la pelle, che ad ogni età richiede le dovute attenzioni: un metodo davvero semplice per idratarla al meglio e ridurne le imperfezioni è quello della sauna facciale, che oggi può essere praticata comodamente e seguendo poche regole.

Sfruttando il calore, gli oli essenziali che vengono impiegati durante il trattamento agiscono direttamente sulla cute, aprendone i pori e agendo contro i punti neri. La sauna facciale, inoltre, ha un effetto distensivo per l’organismo e favorisce il benessere del corpo e della mente, a patto che si rispettino alcuni accorgimenti fondamentali per non rischiare di affaticare o arrossare la pelle.

Qualsiasi sia lo strumento utilizzato per la sauna, dai macchinari oggi in commercio ad una pentola di acqua e aromi naturali, è bene pulire con cura l’ambiente prima di iniziare e, soprattutto, senza fretta: calma e tranquillità sono alla base di questo momento di benessere, perciò eliminare tracce di polvere e arieggiare la stanza deve essere fatto con assoluta serenità, magari aggiungendo della musica in sottofondo e delle candele profumate, così da creare la giusta atmosfera rilassante.

Una volta che lo spazio sarà pronto per la sauna, anche la pelle dovrà prepararsi per la seduta; il viso non dovrà presentare alcuna traccia di trucco e la cute non dovrà essere accaldata: meglio quindi evitare la sauna dopo uno sforzo fisico o un allenamento.

Prima di iniziare il viso va lavato con un detergente e asciugato, mentre i capelli andranno raccolti in modo da non cadere sulla fronte o sulle guance. Il tempo ideale per la sauna facciale è di circa cinque minuti e può essere cronometrato con un timer, a meno che non si utilizzi una strumentazione che prevede lo spegnimento automatico. Per un risultato ottimale che non danneggi o faccia arrossare la pelle, la temperatura della sauna non deve superare i 37 gradi e il volto deve stare a una distanza di sicurezza dal getto di circa 20 centimetri: la precauzione è necessaria per evitare scottature.

La sauna facciale permette un’esfoliazione molto profonda della pelle ed è indicata in particolare per le cuti miste e grasse; i suoi benefici si vedono ad ogni età: ha il merito infatti di eliminare le cellule morte e favorire la produzione di collagene, ottimo per idratare la pelle e ringiovanirla. Nonostante le sue proprietà, la sauna facciale va evitata nel caso di pelli sensibili e secche, o ancora in presenza di ferite e dopo trattamenti abbronzanti. Chi indossa lenti a contatto deve inoltre ricordare di toglierle prima di iniziare, evitando così un rischio per la salute dei propri occhi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lifestyle
  • 1