All’opera

Come sistemare l’orlo
con ago, filo o fantasia

Come sistemare l’orlo <br />con ago, filo o fantasia
Non sempre jeans e pantaloni calzano a pennello: per aggiustarne la misura, tuttavia, non serve essere stilisti provetti.

Come sistemare l’orlo
con ago, filo o fantasia

Non sempre jeans e pantaloni calzano a pennello: per aggiustarne la misura, tuttavia, non serve essere stilisti provetti.

A volte è necessario dare una rinfrescata ai capi che abbiamo nell’armadio cambiandone le lunghezze o, semplicemente, capita di dover sistemare qualche acquisto la cui misura non ci soddisfa del tutto. È in queste occasioni che capire come sistemare l’orlo dei pantaloni con poche e rapide mosse può fare la differenza, soprattutto se si è di bassa statura o se non si vogliono cestinare i pantaloni dei più piccoli che, crescendo in fretta, spesso vengono indossati per poco tempo.

Al contrario di quello che si pensa, infatti, questa operazione non richiede particolari abilità e può essere realizzata con ottimi risultati anche dai profani del cucito. Jeans, cotone, pelle, tessuti sintetici: è possibile creare un orlo perfetto con ogni tipologia di capo sia lungo che corto, con soluzioni diverse dai classici risvolti. Ovviamente, non sono ammessi errori: i pantaloni vanno misurati con grande accuratezza prima di venire modificati, in modo da non dover ripetere il lavoro dall’inizio, rischiando di rovinarli.

Il primo passo quindi è quello di indossare il paio prescelto e definire la misura desiderata, segnandola sul tessuto con l’aiuto del gesso e di uno spillo; troppa fiscalità in questa operazione potrebbe essere controproducente, quindi è sempre meglio aggiungere fino a quattro centimetri per avere un margine di errore adeguato e più stoffa su cui lavorare. Una volta terminata questa operazione, il tessuto eccedente dovrà essere risvoltato verso l’interno, tenendo come limite il nuovo orlo e aggiungendo degli spilli per non perdere la misura. A questo punto basterà cucire l’orlo nella parte interna del pantalone, lasciando però intatto l’esterno. Nonostante l’invisibilità di questa modifica, è meglio fare attenzione al filo da scegliere, prediligendo una tonalità uguale o vicina a quella della stoffa da lavorare.

Anche per chi non vanta abilità sartoriali è possibile avere pantaloni perfetti, grazie a un metodo fai da te di sicura efficacia. L’ingrediente segreto di questa procedura è il nastro termoadesivo, un materiale che si fonde direttamente al tessuto grazie al calore del ferro da stiro. Per usarlo, anche in questo caso, bisogna fare attenzione ai diversi passaggi e prendere le misure corrette indossando i pantaloni e usando gesso e spilli. Quando le parti interessate saranno risvoltate si potrà stirare il capo seguendo la nuova piega e, in corrispondenza degli spilli, stendere il nastro, passando nuovamente il ferro per farlo aderire.

È possibile trovare in commercio anche nastri biadesivi: in questo caso sarà necessario rimuovere la pellicola protettiva di carta e piegare poi il pantalone dove si desidera.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lifestyle
  • 1