L’infografica

I benefici della musica
tra mille ritmi e generi

I benefici della musica <br />tra mille ritmi e generi
Dalla «classica» di Mozart per studiare al jazz di Miles Davis per stimolare la creatività, passando per il pop di Madonna nello sport o il metal per scaricare i sensi di colpa

I benefici della musica
tra mille ritmi e generi

Dalla «classica» di Mozart per studiare al jazz di Miles Davis per stimolare la creatività, passando per il pop di Madonna nello sport o il metal per scaricare i sensi di colpa

«La musica compone gli animi scomposti e allevia il lavoro che nasce dallo spirito», sosteneva lo scrittore spagnolo Miguel de Cervantes. Ebbene, il celebre autore del romanzo «Don Chisciotte della Mancia» aveva proprio ragione, perché numerose ricerche scientifiche nel corso degli anni hanno dimostrato la connessione tra l’ascolto della musica e le diverse parti del cervello.

La cosa vale, ovviamente, anche per chi suona: dall’amigdala, coinvolta nelle reazioni emotive della musica, alla corteccia prefrontale—che controlla i comportamenti, le decisioni e le espressioni—passando per l’ippocampo (specializzato nella memorizzazione di esperienze e contesto), la corteccia motoria (coordinamento del movimento) e il corpo calloso (che connette l’emisfero destro con il sinistro).

Loading the player...
GUARDA L’ANIMAZIONE GRAFICA: «I BENEFICI DELLA MUSICA, A OGNUNO IL SUO GENERE»

Le sette note rappresentano quindi un grande stimolo per la mente: in molti casi la musica è utile a rilassare e scaricare le tensioni, oltre a facilitare il sonno. Ma molto dipende dalla predisposizione del momento e dal genere preferito.

Qualche esempio? La «classica» rappresenta un valido aiuto per chi deve studiare. I ragazzi che vanno a scuola, dunque, possono riscoprire i grandi nomi della musica d’arte, a partire dalle composizioni di Wolfgang Amadeus Mozart, genio precocissimo e dal talento unico. C’è solo l’imbarazzo della scelta: nel corso della sua breve vita ha infatti scritto musica sinfonica, sacra, da camera e opere varie.

Pure il jazz ha moltissime facce: cool, acid, free, bebop, swing, ecc... Un panorama ricchissimo di artisti, tra cui Miles Davis, vera e propria icona. Questo genere ha segnato in profondità la cultura contemporanea, ma ha anche ricadute positive a livello d benessere: il jazz, infatti, può essere sfruttato dai creativi per riordinare le idee e affrontare progetti complessi.

I benefici della musica <br />tra mille ritmi e generi

Ma la lista non si ferma qui: il country di Johnny Clash spinge l’acceleratore sul pedale del buonumore e della positività, mentre il metal degli Iron Maiden aiuta a sfogare qualsiasi senso di colpa e a «scappare» da alcuni pesi e responsabilità. Infine, uno dei generi di maggiore successo, capace di coinvolgere un pubblico trasversale: il pop. Oltre ad essere amato sia dai ragazzi che dai meno giovani, è il preferito di molti sportivi, che possono ottimizzare le loro prestazioni sportive «caricandosi» grazie alle note della musica «popular».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lifestyle
  • 1
  • 2
    La tendenza

    Il color cammello
    conquista l’autunno

    Una tinta declinata in tutte le sue sfumature, da quelle più calde a quelle più zuccherine e bruciate del caramello, conquista un posto privilegiato nelle tendenze

  • 3
    L’infografica

    Segreti e curiosità
    nascosti nei baci

    Un gesto naturale, ma oggetto di parecchi studi scientifici dai risultati sorprendenti: come l’aumento dell’aspettativa di vita di almeno cinque anni

  • 4
    Design

    Un look perfetto
    al primo appuntamento

    Per dare una buona impressione di sé bisogna presentarsi con un look curato: l’importante è mantenere il proprio stile e la propria spontaneità

  • 5
    Le tendenze

    Un’estate sostenibile
    e in movimento

    Appena concluse le passerelle di Milano e Parigi per una stagione calda all’insegna della comodità, dei volumi insoliti e un tocco di romanticismo

  • 1