La tendenza

I doni per i bimbi
puntano sulla parità

I doni per i bimbi <br />puntano sulla parità
I regali di Natale per i piccoli seguono sempre più spesso le tendenze e i temi di attualità, con un occhio rivolto a eco-sostenibilità e inclusione

I doni per i bimbi
puntano sulla parità

I regali di Natale per i piccoli seguono sempre più spesso le tendenze e i temi di attualità, con un occhio rivolto a eco-sostenibilità e inclusione

«Caro Babbo Natale, quest’anno ho fatto il bravo...». Iniziano più o meno così le letterine che i bambini scrivono ogni anno a poche settimane dal Natale sperando che il messaggio arrivi in tempo fino al Polo Nord. Per genitori, nonni e zii parte quindi la ricerca, a volte disperata, del giocattolo ispirato all’ultimo film di animazione o della macchinina radiocomandata di quella pubblicità che passa sempre in televisione. Nell’era dei mass media, infatti, i bambini ricevono stimoli continui e la scelta dei doni non può che ricadere sulle proposte più in voga del momento. Non sempre, però, assecondare i desideri dei piccoli è la scelta migliore da fare.

«Il gioco è il lavoro dei bambini», diceva Maria Montessori, la pedagogista di inizio Novecento che ha dato origine all’omonimo modello educativo. Secondo questa linea di pensiero, i regali devono essere prima di tutto educativi e stimolare i sensi e la coordinazione nel bambino. Dalle costruzioni ai puzzle, dallo yo-yo alle lavagnette magiche: in commercio esistono migliaia di proposte che all’apprendimento uniscono anche l’aspetto ludico.

Al giorno d’oggi, tuttavia, la scelta dei regali non può prescindere dall’attualità. Eco-sostenibilità, inclusione, parità di genere: i genitori sono sempre più sensibili a temi di questo tipo e anche il mondo dei giocattoli si sta pian piano adeguando ai nuovi standard richiesti. Un gioco deve prima di tutto rispettare l’ambiente, ma anche le diversità. Così la bambola per eccellenza, la famosa Barbie, si trasforma in AstroSamantha, la bambola astronauta ispirata all’italiana Samantha Cristoforetti. Sempre in questo campo, troviamo la Barbie sulla sedia a rotelle o quella con protesi alla gamba (al momento in commercio solo negli Stati Uniti). Si assiste quindi a una vera e propria rivoluzione, un allontanamento dai canoni di bellezza e dagli stereotipi ai quali si era abituati per arrivare a una maggior aderenza alla realtà. Anche la Lego, con i suoi tanto amati mattoncini, non è rimasta a guardare e per tutelare l’ambiente è passata all’utilizzo della bioplastica.

Tra i regali che non passano mai di moda, infine, ci sono i giochi da tavolo e di gruppo, amati anche dai più grandi. Il più venduto al mondo si conferma Monopoly, che di anno in anno viene presentato in una nuova chiave di gioco; tra le ultime proposte c’è Miss Monopoly, che celebra le donne di ieri e di oggi. Immancabile poi la classica tombola, da fare in famiglia: la più amata dal nonno. Perché il Natale, in fondo, è fatto per stare insieme.

Loading the player...
GUARDA IL VIDEO!
©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lifestyle
  • 1