Moda

Il mondo marino
di Donatella Versace

Il mondo marino<br />di Donatella Versace
La presentazione della nuova collezione di Donatella Versace in ambiente «marino»: ecco a voi Versacepolis!

Il mondo marino
di Donatella Versace

La presentazione della nuova collezione di Donatella Versace in ambiente «marino»: ecco a voi Versacepolis!

Il mondo marino<br />di Donatella Versace

Il mondo marino
di Donatella Versace

Il mondo marino<br />di Donatella Versace

Il mondo marino
di Donatella Versace

Il mondo marino<br />di Donatella Versace

Il mondo marino
di Donatella Versace

Il mondo marino<br />di Donatella Versace

Il mondo marino
di Donatella Versace

Il mondo marino<br />di Donatella Versace

Il mondo marino
di Donatella Versace

Il mondo marino<br />di Donatella Versace

Il mondo marino
di Donatella Versace

Un tempo Medusa era la donna più bella di Atene, tanto che il suo fascino non passò inosservato ad Atena che decise di bandirla dalla città in un impeto di gelosia.
La carismatica Gorgone ora abita nella Versacepolis: un mondo utopico creato sul fondo del mare, dove vivono uomini e donne forti e sicuri di sé. Qui Medusa regna con coraggio e vigore. Oltre l’80% della superfice sottomarina terrestre è totalmente sconosciuta e inesplorata, a tal punto che la superfice studiata e documentata della Luna è in percentuale maggiore rispetto a quella del fondale marino. Le profonde acque blu restano dunque un mistero.
Donatella Versace svela la collezione facendoci immergere nell’immaginaria città sommersa di Versacepolis, il luogo dove ciò che è conosciuto e l’ignoto si incontrano. Come il mondo si adatta con resilienza alla nuova normalità, questo mondo sottomarino offre l’opportunità alla comunità di Versace di abbandonarsi alla fantasia e nuotare in un paesaggio immaginario. È un sogno d’evasione? È un modo per fuggire dalla nostra realtà? Il sogno è fittizio ma sognare è un’azione umana e innegabilmente reale. L’acqua può essere violenta ma può anche purificare, dare sollievo e rinfrescare.
Donatella Versace descrive in questo modo la sua idea: “Ho voluto creare qualcosa di dirompente, qualcosa che potesse essere in sintonia con ciò che è cambiato dentro tutti noi. Per me ha significato sognare un nuovo mondo. Un mondo fatto di colori sgargianti e creature fantastiche, nel quale possiamo tutti coesistere pacificamente. Questa collezione ha un’anima divertente ed è ottimista, sognatrice, allegra... Questi sono abiti che portano gioia”.
Questa collezione si ispira alla natura e all’idea di essere in sintonia con gli elementi. La bellezza della natura ci porta sott’acqua, con gli orli ad Onda e volant su vestiti e abiti che si ispirano al movimento del mare. L’iconica stampa Trésor de la Mer, raffigurante creature marine, è riproposta con colori brillanti su capi sia per uomo che per donna. Dettagli in plissé mostrano l’abilità artigianale del brand: la stampa Trésor è stata ingrandita in modo tale da essere perfettamente visibile anche tra le pieghe del tessuto.
Il tema marino si sviluppa su una selezione di look dal formale all’abbigliamento da spiaggia. Le maglie da surfista sono audaci e grafiche. Canalizzano lo spirito giovanile e atletico, riportandoci con la mente all’estate e ai momenti di relax. I capi sono abbinati con uno stile anticonvenzionale per creare ensambles che giocano sulle diverse espressioni del brand e sull’ironia. L’abbigliamento maschile trasmette un senso di comodità: i colletti sono rovinati, le camicie aperte e si percepisce un clima di rilassatezza.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lifestyle
  • 1
  • 2
    Tra cinema e passerelle

    I migliori film
    sulla moda

    Il grande schermo ha raccontato questo mondo patinato: film su stilisti, serie televisive, commedie sul feroce «dietro le quinte» dei magazine o delle passerelle.

  • 3
  • 4
  • 5
    Il caso

    Il vero champagne? È solo russo

    Grazie a un emendamento appena approvato soltanto i produttori locali potranno mostrare il nome «champagne» sulle bottiglie: uno schiaffo in pieno viso ai francesi, da anni in guerra con il mondo intero per difendere qualità e denominazione

  • 1