Vademecum

La postazione trucco:
come realizzarla

La postazione trucco: <br />come realizzarla
Una sedia alta e comoda, un piano d’appoggio che può ospitare ogni tipo di spugnetta o pennello e le luci giuste: ecco come diventare una vera star!

La postazione trucco:
come realizzarla

Una sedia alta e comoda, un piano d’appoggio che può ospitare ogni tipo di spugnetta o pennello e le luci giuste: ecco come diventare una vera star!

A volte si sogna un’intera stanza solo per il make-up, ma quando poi si rimettono i piedi per terra gli spazi per realizzare questo mondo ideale tutto al femminile mancano o comunque non sono sufficienti. Allora bisogna agire con creatività riorganizzando tutto in un angolo della camera da letto o del bagno, in modo da rendere ogni cosa comoda ed esteticamente accattivante.

Il primo step da tenere a mente in ordine di importanza per costituire una buona postazione trucco sono le luci. Meglio optare per lampadine fredde e chiare che enfatizzino tutti i dettagli della pelle e permettano di individuare la resa del colore migliore. Affinché l’effetto sia ottimale, inoltre, sarebbe il caso di inserire uno specchio proprio tra le luci puntate su di sé, in modo da eliminare ogni possibile cono d’ombra, così che il trucco nel suo complesso possa risultare omogeneo e simmetrico in ogni parte del viso.

Lo specchio della postazione può poggiare su un tavolino. Se si riadatta qualcosa di già presente in casa ne gioverà il portafogli. Ma se si vuole comprare un mobile specifico, allora si consiglia una consolle estraibile e modulabile, ovvero un ripiano da chiudere quando non serve e da estendere per poter poggiare tutti i prodotti necessari al make-up quando si sta avvicinando il momento di uscire.

Un’altra chicca da aggiungere è il dispenser trasparente, dove riporre pennelli e matite. Grazie all’assenza di colore questi comodi strumenti divisori aiutano non solo a tenere ogni cosa in ordine, ma anche a vedere a colpo d’occhio tutto quello che si sta per prendere ed applicare sulla pelle senza il rischio di sbagliare in corso d’opera.

Infine è fondamentale la sedia su cui appoggiarsi. Per sentirsi delle vere e proprie dive del cinema alle prese con un truccatore professionista bisognerebbe scegliere una sedia da regista alta, tipo sgabello, con tanto di poggiapiedi e braccioli per rilassarsi tra l’applicazione dell’ombretto e la finitura dello smalto su mani e piedi. Non sempre, però, questa soluzione è la più indicata. A volte si è più propense nei confronti di una sedia bassa e larga dove potersi crogiolare con calma anche in posizione yoga.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lifestyle
  • 1
    La tendenza

    Il color cammello
    conquista l’autunno

    Una tinta declinata in tutte le sue sfumature, da quelle più calde a quelle più zuccherine e bruciate del caramello, conquista un posto privilegiato nelle tendenze

  • 2
    L’infografica

    Segreti e curiosità
    nascosti nei baci

    Un gesto naturale, ma oggetto di parecchi studi scientifici dai risultati sorprendenti: come l’aumento dell’aspettativa di vita di almeno cinque anni

  • 3
    Design

    Un look perfetto
    al primo appuntamento

    Per dare una buona impressione di sé bisogna presentarsi con un look curato: l’importante è mantenere il proprio stile e la propria spontaneità

  • 4
    Le tendenze

    Un’estate sostenibile
    e in movimento

    Appena concluse le passerelle di Milano e Parigi per una stagione calda all’insegna della comodità, dei volumi insoliti e un tocco di romanticismo

  • 5
  • 1