Look

Le tendenze dal web
per schiarire i capelli

Le tendenze dal web <br />per schiarire i capelli
Dall’«half and half» alla «dip dye», sono davvero tante le tecniche per rivoluzionare la propria chioma

Le tendenze dal web
per schiarire i capelli

Dall’«half and half» alla «dip dye», sono davvero tante le tecniche per rivoluzionare la propria chioma

L’arte di tingere i capelli si è sviluppata molto negli ultimi anni. Se un tempo si utilizzavano i pigmenti per coprire la chioma bianca in tinta unita, creando ciò che oggi definiremmo un antiestetico blocco di colore, oggi è possibile schiarirla per realizzare look estroversi e non convenzionali, che permettono di esprimere al meglio la propria personalità.

È dal mondo di Internet che ci arrivano le ultime tendenze in fatto di capelli. Le parole d’ordine sono libertà d’espressione e originalità, mescolate agli stili corrosivi «grunge» e rock degli anni Novanta e a colori brillanti, neon o pastello.

I look più amati, specialmente da tantissime star, sono quelli che prevedono forti contrasti. La tecnica «half and half», letteralmente metà e metà, è l’ideale per chi non sa decidere con quale tonalità rivoluzionare il proprio aspetto. La chioma viene divisa in due parti: sopra si applica un colore e sotto un altro. Queste schiariture creano un effetto visivo davvero magico. Si può addirittura «rivelare» una delle due tonalità solamente quando lo si desidera, ad esempio legandosi i capelli o scuotendoli.

Per chi invece non vuole stravolgere completamente il proprio aspetto, pur rinnovandolo in modo originale, c’è la tecnica «dip dye»: significa «immerso nel colore» e prevede di effettuare delle schiariture a contrasto solo nella parte finale delle lunghezze, ovvero sulle punte. I colori che vanno per la maggiore sono quelli stravaganti, come il rosa, il verde acido, l’azzurro e il giallo, ma in toni pastello e sfumati. Se si hanno i capelli molto chiari o già decolorati, il consiglio è quello di usare tinte temporanee. Questi prodotti a base di acqua e per niente aggressivi hanno pigmenti indeboliti che vanno via in pochi lavaggi. Sono l’ideale per provare una nuance particolare prima di applicarla in modo definitivo, oppure per creare un look personalizzato in occasione di un evento speciale.

Per le colorazioni più tradizionali oggi si fa ampio uso dello «shadow roots»: con questo termine si indicano le parole «ombre» e «radici». Di fatto si mantiene il proprio colore naturale alla base del capello per poi creare un gioco di contrasti e movimento decolorando le lunghezze e le punte e applicando pigmenti diversi sulla stessa tonalità. Utilizzando un riflessante, meno invasivo della tinta, sarà più semplice tornare al proprio colore naturale o cambiarlo completamente senza rovinare le fibre della chioma.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lifestyle
  • 1
  • 2
    La tendenza

    Il color cammello
    conquista l’autunno

    Una tinta declinata in tutte le sue sfumature, da quelle più calde a quelle più zuccherine e bruciate del caramello, conquista un posto privilegiato nelle tendenze

  • 3
    L’infografica

    Segreti e curiosità
    nascosti nei baci

    Un gesto naturale, ma oggetto di parecchi studi scientifici dai risultati sorprendenti: come l’aumento dell’aspettativa di vita di almeno cinque anni

  • 4
    Design

    Un look perfetto
    al primo appuntamento

    Per dare una buona impressione di sé bisogna presentarsi con un look curato: l’importante è mantenere il proprio stile e la propria spontaneità

  • 5
    Le tendenze

    Un’estate sostenibile
    e in movimento

    Appena concluse le passerelle di Milano e Parigi per una stagione calda all’insegna della comodità, dei volumi insoliti e un tocco di romanticismo

  • 1