Acconciature

Ogni riccio un capriccio
Le soluzioni più chic

Ogni riccio un capriccio <br />Le soluzioni più chic
Considerati ingestibili, i capelli curly vengono invece valorizzati da trecce, chignon e foulard colorati

Ogni riccio un capriccio
Le soluzioni più chic

Considerati ingestibili, i capelli curly vengono invece valorizzati da trecce, chignon e foulard colorati

È un delitto combattere con i capelli ricci. A torto ritenuti difficili da gestire, sono invece ricchi di fascino e si prestano bene alla realizzazione di numerose acconciature, indipendentemente dal volume e dalla lunghezza delle chiome.

Per la stagione estiva vale la pena puntare sui raccolti. Il 2020 è l’anno delle trecce e, tra quelle doppie, in stile boxer, e morbide c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Sono l’ideale per tenere i capelli in ordine in spiaggia – evitando che diventino crespi – e anche per avere un aspetto glamour e fresco durante la giornata e i party serali. Si può anche pensare di farne solo una, con la quale incoronare e impreziosire le chiome lasciate libere.

Più semplice, ma altrettanto originale, è il top knot, un’acconciatura che gioca sulla verticalità: non è altro che uno chignon, ma reso originale dalla voluminosità dei ricci. Altrettanto spettacolare è «l’ananas», che può essere un passe-partout per tutta la giornata. Per ottenerla basta raccogliere i capelli sulla nuca, ma senza stringere troppo l’elastico, così da lasciare maggiore libertà alle ciocche, pronte a ricadere in ordine sparso sulla testa.

Arrivano dagli anni Novanta gli space buns: si tratta di due chignon realizzati ai lati del capo e decorati con elastici e fermagli colorati. È un’acconciatura molto amata dalle influencer e adatta quasi esclusivamente alle più giovani, che guadagnano un look sbarazzino.

Sempre guardando al passato – per la precisione agli anni Settanta – ci si può lasciar ispirare dall’half-bun, un’acconciatura semi-raccolta veloce da realizzare, ma che permette di avere i capelli in ordine per tutto il giorno. Basta prendere solo una parte dei capelli, portandoli nella zona alta o medio-alta della testa e raccoglierli in uno chignon, mentre gli altri rimangono liberi sulle spalle. In alternativa, si possono realizzare due piccoli half-bun ai lati della testa, sempre lasciando ricadere le lunghezze.

Se, invece, si vogliono lasciare libere le chiome, si può giocare con il gel, per creare ricci ben definiti, qualunque sia la lunghezza dei propri capelli. È più idratante di una qualsiasi spuma ed è in grado di disciplinare anche le ciocche più ribelli, donando inoltre resistenza e luminosità all’acconciatura.

Infine, per valorizzare le capigliature curly si può giocare con gli accessori: basta veramente poco per dar loro un tocco in più, come foulard colorati da usare come cerchietti, fasce o turbanti, in pendant con il look. Con questo oggetto si potrà creare un’acconciatura eccentrica, o semplicemente assecondare l’effetto naturale della chioma.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lifestyle
  • 1