Il guardaroba

Un inverno al caldo
investendo in qualità

Un inverno al caldo <br />investendo in qualità
Dal cappotto fino alla sciarpa: pochi articoli ma di ottima fattura. L’uomo moderno non può scendere a patti per sfidare il freddo

Un inverno al caldo
investendo in qualità

Dal cappotto fino alla sciarpa: pochi articoli ma di ottima fattura. L’uomo moderno non può scendere a patti per sfidare il freddo

Investire nella qualità è sempre la regola aurea. Resistenza, comfort e durevolezza sono fattori da cui non si può prescindere nel caso dell’abbigliamento invernale. E se proprio si volesse considerare una delle classiche frasi ad effetto, si potrebbe dire che «chi più spende meno spende». Al posto di articoli usa e getta, che durano giusto una stagione, è meglio scegliere anche solo un pezzo di ottima fattura. Soprattutto per quanto riguarda capispalla, maglioni e scarpe. Gli articoli di qualità resistono al tempo, mantengono le caratteristiche iniziali e potenzialmente non passano mai di moda.

Partendo dall’inizio, o meglio dallo «strato» esteriore, investire qualche franco in un buon cappotto è senza dubbio una delle scelte migliori che un uomo possa fare. Lana, cotone cerato, pelle sono certamente i materiali più affidabili per un trench invernale o un caban. Per non parlare del Montgomery, che per decenni ha sfidato i trend modaioli, tenendo costantemente al caldo i suoi fieri possessori.

Loading the player...
GUARDA IL VIDEO! — I quattro capi che hanno segnato la storia della moda, con Valentino Odorico

Se l’inverno non è troppo rigido, anche il giaccone cerato è un ottimo passepartout, meglio ancora se provvisto di imbottitura. L’alternativa più «aggressiva» è il classico bomber di pelle con collo in pelliccia: il famoso «aviator».

In inverno è un errore anche non investire sulle calzature. Le scarpe da tennis, men che meno se di tela, sono da dimenticare per gli uomini che hanno già compiuto 25 anni. Piedi e mani peraltro funzionano da «termostati» per il corpo. Quindi meglio proteggerli dalle intemperie. Un buon paio di scarponcini di cuoio (non troppo sottile) è ciò che ci vuole per le occasioni informali. Nel proprio guardaroba non può ovviamente mancare un modello di stringate di ottima fattura né le sneakers di pelle. La suola in cuoio non sempre è confortevole e isolata per le basse temperature, per questo ogni scarpa invernale dovrebbe essere dotata di un leggero plateau in gomma.

Oltre a un buon paio di guanti di pelle (con fodera di lana), giusto per non lasciar scoperte le mani, nella stagione più fredda non può mancare un accessorio fondamentale come la sciarpa (si preveda l’acquisto di modelli in lana, alpaca o cashmere, dal potere calorifico superiore), ma nemmeno un cappello o un berretto per non lasciar scoperte le orecchie. Ultima regola, ma non per importanza: in inverno ci si deve vestire a strati. E se gli articoli sono di qualità si potrà notare che non ne servono più di due.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lifestyle
  • 1
  • 2
    Galateo

    “Buon appetito”
    Anzi, meglio di no

    A volte il galateo ci sfugge, semplicemente perché nessuno ce lo ha insegnato o non ce ne siamo mai interessati. Ma un buon comportamento a tavola è, e sempre sarà, un ottimo biglietto da visita.

  • 3
    Tendenze

    Acconciate
    per le feste

    Come per l’abbigliamento, anche in fatto di acconciature, taglio e colore ci sono delle tendenze stagionali che variano ogni anno.

  • 4
  • 5
  • 1