L’accessorio

Zaino v ventiquattrore:
praticità sfida stile

Zaino v ventiquattrore: <br />praticità sfida stile
Il recente successo ottenuto dallo zaino è legato anche al cambiamento del modo di lavorare

Zaino v ventiquattrore:
praticità sfida stile

Il recente successo ottenuto dallo zaino è legato anche al cambiamento del modo di lavorare

Oggi gli uffici sono luoghi molto diversi rispetto a dieci o vent’anni fa. La percentuale di donne è sensibilmente aumentata, mentre è calata l’età media di chi ricopre ruoli manageriali. Di conseguenza sono mutati anche comportamenti e codici di abbigliamento. Basti pensare che il CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, è solito presentarsi ad importanti riunioni e occasioni pubbliche con una semplice t-shirt blu. A cambiare sono anche gli accessori. Alle classiche ventiquattrore si sono affiancati comodi zainetti, che invece – fino a pochi anni fa – erano considerati un retaggio studentesco ed erano relegati nelle aule universitarie. Quella tra zainetto e cartella, però, non è una scelta facile, perché entrambi presentano pro e contro.

Il recente successo ottenuto dallo zaino è legato anche al cambiamento del modo di lavorare. Oggi i colletti bianchi trasportano molti meno documenti di carta e oggetti di cancelleria, attorno alle forme dei quali sono state ideate le cartelle della vecchia generazione. Nel frattempo sono aumentati gli impiegati e i manager che si portano appresso laptop, tablet, caricabatterie, e accessori tecnologici che richiedono borse da lavoro più resistenti e comode.

Se il peso aumenta, è inoltre più confortevole sopportarlo sulle spalle che non su una sola mano. Lo zaino, rispetto alla più formale cartella, si adatta a maggiori personalizzazioni e formati; si va dal classico modello da campeggio a soluzioni più sobrie e urbane, dalle linee essenziali: entrambi possono comunque essere usati come borsa per l’ufficio o per lo studio. Molte case di moda stanno inoltre declinando lo zaino in pelle per renderlo appetibile anche a uomini e donne che amano la classicità.

Per molti, infatti, la ventiquattrore vince ancora sullo zaino proprio per il suo stile inconfondibile. Questo tipo di borsa è ben più di un semplice contenitore e nel corso degli anni si è imposta come vero e proprio status symbol. Anche i modelli più classici e tradizionali hanno saputo adattarsi ai mutati strumenti di lavoro. Perfino le borse più formali ed eleganti sono imbottite per assicurare protezione a tablet e computer. In entrambi i tipi di borsa – zaino e cartelletta – si possono poi inserire elementi innovativi. Non è inusuale vedere soluzioni dotate di powerbank integrati che, tramite porte USB sui lati, permettono di caricare il proprio smartphone dovunque ci si trovi.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Lifestyle
  • 1