Il prossimo semestre

Autunno

Con gli allentamenti delle misure anti-Covid, per settembre si prospetta un ritorno alla normalità. L’USI si organizza per riportare gli studenti in aula con l’eventuale supporto digitale

Il prossimo semestre
©ARCHIVIO CDT

Il prossimo semestre

©ARCHIVIO CDT

A seguito della revoca della limitazione a cinquanta persone per l’insegnamento presenziale da parte del Consiglio federale, a partire dall’inizio del semestre autunnale - il 20 settembre 2021 - l’USI prevede un ritorno delle lezioni in presenza.

Per la scelta ottimale della modalità d’insegnamento del prossimo anno accademico, l’Università ha continuato a seguire i quattro principi a cui si è ispirata per l’organizzazione dei due appena passati. Al primo posto c’è la tutela della sicurezza della comunità accademica, seguito dalla ricerca di soluzioni che permettano di dare continuità all’istituzione e contribuiscano alla tenuta del tessuto sociale. Come terzo principio c’è l’impegno ad assicurare che l’offerta accademica venga mantenuta persino in un contesto difficile e volatile com’è quello attuale. L’USI, infine, si impegna ad aderire sempre alle decisioni prese dalle autorità pubbliche competenti.

Fino ad ora, l’USI ha mostrato di saper gestire la formazione online al meglio possibile, sapendone cogliere le opportunità, in modo da assicurare un’esperienza formativa il più flessibile e priva d’interruzioni possibile. L’apprendimento in presenza e la vita sui campus sono sempre e in ogni caso stati considerati della massima importanza e sono progettati con la stessa cura.

In particolare, per il ritorno sul campus saranno ancora necessari l’utilizzo della mascherina e il distanziamento obbligatorio. Se si mostrerà necessario usufruire di più spazio di quello disponibile, è già prevista l’implementazione di una modalità mista come quella messa in atto durante l’anno accademico 2020-21, in cui era prevista un’alternanza fra lezioni in presenza e a distanza, così da garantire il distanziamento essenziale. Le integrazioni online, similmente a quanto già attuato, comprendono l’uso esteso della piattaforma iCorsi, su cui saranno messi a disposizione il syllabus, i materiali e la registrazione sistematica di ogni lezione, in caso nuove ipotetiche restrizioni limitino la possibilità di raggiungere i campus. Le modalità specifiche in ogni caso saranno definite dalle Facoltà in accordo con il Prorettorato per la formazione e la vita universitaria il prima possibile.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: L'universo
  • 1

    Un libro per bambini che fa riflettere i grandi

    L’intervista

    Sensibilizzare i più piccoli su temi importanti non è mai un compito semplice. Luisa Corna, nel suo libro Tofu e la magia dell’arcobaleno, parla di bullismo e diversità attraverso una narrazione che oscilla tra fantasia e realtà.

  • 2

    Il metodo finlandese

    L’editoriale

    Il paese scandinavo, negli ultimi anni, ha trovato un sistema efficace per rispondere al fenomeno del bullismo nelle scuole.

  • 3
  • 4

    Nuovo progetto USI: estate sul campus

    Novità

    Con una lettera gli studenti esprimono il loro disagio derivante dal lungo periodo di mancata socializzazione e la voglia di tornare in Università. Nasce così il progetto USI Summer Campus 2021, un’iniziativa per promuovere, tra i corridoi e non solo, il senso di comunità studentesca.

  • 5
  • 1
  • 1