A Carnevale ogni spettacolo vale

Teatro per famiglie, Nuovi orizzonti e tanta comicità sul palco del LAC

 A Carnevale ogni spettacolo vale

A Carnevale ogni spettacolo vale

Per il quarto anno al LAC LuganoInScena propone spettacoli di prosa, di danza, di musica. Momenti per ridere, sognare, emozionarsi, riflettere e pensare. In questa occasione il Corriere del Ticino, insieme agli organizzatori, ti mette a disposizione:

50 BUONI DA CHF 50.-
Validi per l'acquisto dei biglietti di uno spettacolo a scelta tra quelli di febbraio 2019.

PROGRAMMA DIFEBBRAIO

TEATRO

Ve 01.02.2019 e Sa 02.02.2019, ore 20:30
Do 03.02.2019 ore 16:00
Teatro FOCE

MARE MORTO
drammaturgia e regia Simone Gandolfo
con Mirko D’Urso

Produzione Officina Teatro

La nuova produzione di Officina Teatro parte dalla necessità del suo direttore artistico Mirko D’Urso di dare voce – una in più – alla tragedia dei migranti che affrontano il mar Mediterraneo con la speranza di un futuro migliore o, se non altro, meno devastante.
Negli ultimi 4 anni, più di 4’000 persone, tra cui molte donne e molti bambini, hanno perso la vita in questo mare che un tempo era sinonimo di bellezza e di vita, mentre oggi per molti rappresenta solo un mare... morto.
Simone Gandolfo, regista e attore diplomato al Teatro Stabile di Genova, ha trascorso due mesi in mare aperto per girare una serie documentaria per l’emittente televisiva TV2000: “Quando, pattugliando il mare aperto a 30 miglia dalle coste libiche, si avvista un gommone, la prima cosa che ti colpisce sono gli occhi: occhi pieni di speranza, perché a chi tenta di fuggire dalla Libia che è come l’inferno in terra, non resta altro che la speranza. Mai come al centro mediterraneo sono stato vicino alla morte e mai ho sentito così forte pulsare la vita”.

TEATRO
Sa 02.02.2019 ore 20:30
Do 03.02.2019 ore 16:00
Sala Teatro LAC

ICARO
scritto, diretto e con Daniele Finzi Pasca
musica Maria Bonzanigo
luci Marco Finzi Pasca

Produzione Compagnia Finzi Pasca

Oltre 790 rappresentazioni in giro per il mondo: più di vent’anni di successi di uno spettacolo che continua ad emozionare. “Icaro – afferma Daniele Finzi Pasca – è un anti-eroe fatto della stessa sostanza di ognuno di noi, che spesso perdiamo e che solo a volte, per un attimo, riusciamo a vincere. È una storia che si racconta per ritrovarsi ogni volta cambiati. Ci sono montagne che ti aspettano per tutta la vita. Definiscono l’orizzonte verticale dell’immaginario di un bambino prima di fissarsi nella sua memoria. Dalle mie parti, ci sono persone che salgono sulle loro montagne ogni anno, per rinnovare l’incontro con l’immutabile. Cambiano i governi, nascono altri bambini nel quartiere, si perdono i primi amici ma le montagne, loro, restano lì ad aspettarci. Quello che c’è di meraviglioso in questo incontro con il non-tempo è che ci si trova ogni volta cambiati, trasformati. Uno spettacolo è a volte per un attore uno di quei luoghi dove può fuggire in sé stesso. Sono storie che si raccontano per ritrovarsi ogni volta cambiati. Icaro è una montagna che scalo da quasi ventisette anni.”

MUSICA
Ve 08.02.2019 ore 20:30
Sala Teatro LAC

OBLIVION - LA BIBBIA RIVEDUTA E SCORRETTA
di Davide Calabrese, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli
regia Giorgio Gallione
con gli Oblivion: Graziana Borciani, Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda, Fabio Vagnarelli
musiche Lorenzo Scuda

Produzione Agidi

Germania 1455: Johann Gutenberg introduce la stampa a caratteri mobili creando l’editoria e inaugurando di fatto l’Età Moderna. Conscio della portata rivoluzionaria di questa scoperta, Gutenberg sta per scegliere il primo titolo da stampare. Al culmine della sua ansia da restazione, bussa alla porta della prima stamperia della storia un signore. Anzi, il Signore: è proprio Dio, che da millenni aspetta questo momento. Dio si presenta con un’autobiografia manu-scolpita di suo pugno su lastre di pietra e chiede a Gutenberg di pubblicarla con l’intento di diffonderla in tutte le case del mondo, diventando così il più grande scrittore della storia. Gutenberg, da bravo teutonico, è molto risoluto e sa bene cosa cerca il pubblico in un libro. Ecco quindi che tenterà di trasformare, con ogni mezzo possibile, ciò che lui considera un insieme di storie scollegate e bizzarre in un vero e proprio best seller: la Bibbia. Tra discussioni infinite, riscritture e un continuo braccio di ferro tra autore ed editore, nella tipografia prenderanno vita le vicende più incredibili dell’Antico e Nuovo Testamento, le parti scartate e tutta la verità sulla creazione del mondo, finalmente nella versione senza censure.

SCOLASTICA
Lu 11.02.2019, ore 09:30
Teatro FOCE

GLI EQUILIBRISTI
di Giulia D’Amico, Pietro Floridia, Valentina Kastlunger e Andrea Paolucci
regia Andrea Paolucci
con Giacomo Armaroli, Caterina Bartoletti, Francesco Izzo Vegliante, Ida Strizzi
coreografie Mario Coccetti
collaborazione musicale Andrea Rizzi
scene Nicola Bruschi, Andrea Gadda, Gabriele Silva
aiuto scenografa Luana Pavani
aiuto regia Giulia D’Amico

Produzione Teatro dell’Argine

Una parete inclinata, quattro attori. Un turbinio di situazioni e di gag sulla scuola di ieri e di oggi, quella dei secchioni e dei bocciati, quella delle merendine flosce e delle prof vampiro.
Lo spettacolo racconta, dal punto di vista di quattro adolescenti, un universo fatto di emozioni vissute all’eccesso, un mondo dove “o tutto o niente”. Perché a quell'età è così. Fino in fondo. Senza mezze misure. Sempre sul filo. In equilibrio.
Lo spettacolo è stato elaborato in tre momenti, tre tappe di un unico percorso. A una prima fase di studio con i diretti interessati – ovvero gli adolescenti incontrati durante i laboratori di teatro nelle scuole – è seguito il lavoro degli autori, che hanno elaborato i frammenti raccolti in proposte drammaturgiche che, a loro volta, sono state modificate e plasmate durante la messa in scena vera e propria, sul palco, insieme agli attori. Laddove le parole non potevano restituire la forza delle emozioni racchiuse nei materiali originali, sono state tradotte in partiture fisiche, musiche, atmosfere. Una drammaturgia fatta soprattutto di visioni, un mosaico di codici teatrali diversi, alla ricerca di un linguaggio capace di rendere il paradosso tra la leggerezza e l’intensità, l’inconsapevolezza e la problematicità con cui vengono vissuti i piccoli drammi quotidiani che segnano il percorso di una crescita.

TEATRO
Ma 12.02.2019 e Me 13.02.2019, ore 20:30
Sala Teatro LAC

DON GIOVANNI
di Molière
regia Valerio Binasco
con Vittorio Camarota, Fabrizio Contri, Marta Cortellazzo Wiel, Lucio De Francesco, Giordana Faggiano, Elena Gigliotti, Gianluca Gobbi, Fulvio Pepe, Sergio Romano
scene Guido Fiorato
costumi Sandra Cardini
luci Pasquale Mari
musiche Arturo Annecchino
assistente regia Nicola Pannelli
assistente scene Anna Varaldo
assistente costumi Silvia Brero

Produzione Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale

Valerio Binasco mette in scena, con grande originalità stilistica, le avventure del leggendario seduttore, mito della letteratura europea, simbolo non soltanto dei trionfi e delle ceneri dell'eros, ma anche della rivolta della libido contro le remore della teologia.
Don Giovanni, commedia in cinque atti, è strutturata in modo tale da far convergere tutte le scene sulla figura dell’omonimo protagonista. Molière seziona il tema della religione e della sua funzione nella morale e nella società. Il suo libertinaggio non è che una declinazione estrema della ricerca di libertà: anche nel momento in cui tale ricerca sfocia nell’ateismo e blasfemia, non contraddice mai la figura dell’eroe-criminale solitario che orgogliosamente osa portare la sua sfida anche contro Dio.

TEATRO PER LE FAMIGLIE
Do 17.02.2019, ore 16:00

BECCO DI RAME
dal libro di Alberto Briganti
adattamento drammaturgico Ira Rubini
ideazione e messa in scena Jolanda Cappi, Giusy Colucci, Nadia Milani, Matteo Moglianesi, Serena Crocco
con Nadia Milani, Matteo Moglianesi, Serena Crocco
voci Francesco Orlando, Flavia Ripa, Valentina Scudieri, Nadia Milani, Serena Crocco
pupazzi Chiara De Rota, Linda Vallone
musiche originali Andrea Ferrario
scene e oggetti Raffaella Montaldo, Nadia Milani, Matteo Moglianesi, Serena Crocco
luci Marco Zennaro

Produzione Teatro del Buratto

Becco di rame è la storia vera di un’oca Tolosa che, una notte, per proteggere l’aia e il pollaio, in una lotta furiosa con una volpe perde la parte superiore del becco rischiando di non poter sopravvivere. Ma un veterinario, il Dottor Briganti, ha un’intuizione geniale e crea una protesi di rame che le permette di continuare a vivere una vita normale nonostante la disabilità acquisita. I bambini possono immedesimarsi nel protagonista che, ancora pulcino, viene portato nella fattoria dove si svolge l’intera vicenda. E qui incontra gli altri personaggi: le galline, tre vecchie zie brontolone dal cuore tenero, i maiali, marito e moglie che diventano genitori adottivi affettuosi e inseparabili, e la cicogna, viaggiatrice instancabile che conosce il mondo, ideale di bellezza e libertà. Le relazioni che si instaurano tra i personaggi hanno una loro evoluzione che procede di pari passo con la crescita del protagonista e con l’avvenimento più importante di tutta la storia, la perdita del becco.

NUOVI ORIZZONTI
Ma 19.02.2019 e Me 20.02.2019, ore 20:30
Sala Teatro LAC

BELVE - UNA FARSA
di Armando Pirozzi
regia Massimiliano Civica
con Alberto Astorri, Salvatore Caruso, Alessandra De Santis, Monica Demuru, Vincenzo Nemolato, Aldo Ottobrino
costumi di Daniela Salernitano
luci di Roberto Innocenti

Produzione Teatro Metastasio di Prato

Belve racconta l'evolversi al limite del delirio di una cena tra due coppie diverse tra loro ma intimamente legate. In un clima di crescente tensione e violenza, tra frutti di mare, strane macchinazioni e improbabili convitati, la storia ribalta di continuo il folle gioco del dominio che ogni personaggio stabilisce sull’altro: una riflessione sul denaro e sul potere che ne deriva, attraverso una farsa prossima all’incubo e alla follia.

TEATRO
Sa 23.02.2019, ore 20:30
Do 24.02.2019, ore 16:00
Sala Teatro LAC

DEMOCRACY IN AMERICA
liberamente ispirato all’opera di Alexis de Tocqueville
regia, scene, luci, costumi Romeo Castellucci
testi Claudia Castellucci e Romeo Castellucci
con Olivia Corsini, Giulia Perelli, Gloria Dorliguzzo, Evelin Facchini, Stefania Tansini, Sophia Danae Vorvila e con dodici danzatrici locali
musica Scott Gibbons
coreografie liberamente ispirate alle tradizioni folkloriche di Albania, Grecia, Botswana, Inghilterra, Ungheria, Sardegna
con interventi coreografici di Evelin Facchini, Gloria Dorliguzzo, Stefania Tansini, Sophia Danae Vorvila
assistente alla regia Maria Vittoria Bellingeri
maître répétiteur Evelin Facchini
sculture di scena, prosthesis e automazioni Istvan Zimmermann e Giovanna Amoroso
realizzazione costumi Grazia Bagnaresi
calzature Collectif d’Anvers

Produzione esecutiva Socìetas Raffaello Sanzio
In coproduzione con deSingel International Artcampus, Wiener Festwochen, Festival Printemps des Comédiens à Montpellier, National Taichung Theatre in Taichung – Taiwan, Holland Festival Amsterdam, Schaubühne-Berlin, MC93 - Maison de la Culture de Seine-Saint-Denis à Bobigny con Festival d’Automne à Paris, Le Manège - Scène nationale de Maubeuge, Teatro Arriaga Antzokia de Bilbao, São Luiz Teatro Municipal – Lisbon, Peak Performances Montclair State University (NJ-USA)

Democracy in Americaruota attorno a due contadini puritani, Elizabeth e Nathaniel. Vogliono trasformare l’America nella nuova Terra Promessa. È una conquista compiuta non con le armi, ma con semi e aratro. Si affidano al Dio dell’Esodo, ma l’abnegazione, guidata dalla legge di Mosè presa alla lettera, consegna solo patate marce e disperazione. Qualcosa confligge nel rapporto individuale che la donna intrattiene con le Sacre Scritture, e la sua preghiera si trasforma in una pronuncia blasfema in cui riecheggia la sconvolgente epifania di una promessa mancata. Attraverso l’invenzione di questo nucleo drammatico, Romeo Castellucci penetra, con una intuizione potente, le pagine scritte nel 1835 dal giovane aristocratico francese Alexis de Tocqueville, dopo il lungo viaggio negli Stati Uniti d’America. Lontani dalla cronaca dell’attualità politica,Democracy in Americaè un lavoro sull’Antico Testamento, sull’ambigua relazione fra l’interesse collettivo e le ambizioni del singolo, sulla lingua, ma anche sulla perdita dell’innocenza, sul crollo di valori ritenuti inossidabili, che mostrano il volto in ombra della democrazia americana, ritratto di un fiore cresciuto nelle sterminate praterie, un fiore permeato da un cuore di tenebra.

TEATRO
Lu 25.02.2019, ore 20:30
Teatro FOCE

NOI, ROBOT
ispirato all’Uomo Bicentenarioe altri lavori di Isaac Asimov
di Andrea Brunello
regia Chiara Benedetti e Andrea Brunello
con Laura Anzani, Andrea Brunello
luci Federica Rigon
video Valerio Oss
consulenza musicale Enrico Merlin
supervisione sugli aspetti filosofici Enrico Piergiacomi

Produzione Jet Propulsion Theatre della Compagnia Arditodesìo

Noi, Robottocca il tema di cosa voglia dire essere umano e cosa sia l’amore nell’era delle
Macchine Pensanti, provando che la relazione fra due “individui”, uno umano e l’altro macchina , non è affatto semplice e può portare a dei paradossi insormontabili. Questa nuova produzione JPT esplora anche il cervello umano e, allo stesso tempo, vuole capire dove sta andando il campo dell’Intelligenza Artificiale, come si stanno evolvendo i nostri “cervelli” artificiali? Lo spettacolo fa infine riferimento all’altro “cervello collettivo” che ci comprende, l’Universo, visto come un sistema complesso per molti versi simile al cervello umano (a partire dal fatto molto curioso che ci sono circa 100 miliardi di neuroni nel cervello umano e circa 100 miliardi di galassie nell’Universo che riusciamo ad osservare).

DANZA
Ma 26.02.2019, ore 20:30
Sala Teatro LAC

PAUL TAYLOR DANCE COMPANY
direttore artistico Paul Taylor
maestro ripetitore Bettie De Jong
danzatori Michael Trusnovec, Robert Kleinendorst, James Samson, Michelle Fleet, Parisa Khobdeh, Sean Mahoney, Eran Bugge, Francisco Graciano, Laura Halzack, Jamie Rae Walker, Michael Apuzzo, Michael Novak, Heather Mcginley, George Smallwood, Christina Lynch Markham, Madelyn Ho, Kristin Draucker
design luci principale Jennifer Tipton, James F. Ingalls
scene e costumi Santo Loquasto
direttore esecutivo John Tomlinson

Produzione The Paul Taylor Dance Foundation, Inc.

Da molti considerato il più grande coreografo americano vivente, Paul Taylor è fondatore e icona dominante della modern dance americana e le sue idee hanno continuato ad influenzare l’arte del 21° secolo. Durante i suoi 60 anni di attività, Paul Taylor ha creato oltre 140 coreografie. A 84 anni, Paul Taylor continua a ideare e produrre nuove opere; a Lugano presenterà uno straordinario programma di tre coreografie.

►INFORMAZIONI
www.luganoinscena.ch
info@luganoinscena.ch
Tel. +41 (0)58 866 42 22 (biglietteria)

►TARIFFE
Tariffa A
1a Categoria Fr. 132.-/intero - Fr. 122.-/AVS, AI, CdT
2a Categoria Fr. 99.-/intero - Fr.89.-/AVS, AI, CdT
3a Categoria Fr. 72.-/intero - Fr. 62.-/AVS e AI, CdT

Tariffa B
1a Categoria Fr. 99.-/intero - Fr. 94.-/AVS, AI, CdT
2a Categoria Fr. 79.-/intero - Fr. 74.-/AVS e AI, CdT
3a Categoria Fr. 69.-/intero - Fr. 64.-/AVS e AI, CdT

Tariffa C
1a Categoria Fr. 89.-/intero
2a Categoria Fr. 79.-/intero
3a Categoria Fr. 69.-/intero

Tariffa D
1a Categoria Fr. 89.-/intero - Fr. 84.-/AVS, AI, CdT
2a Categoria Fr. 74.-/intero - Fr. 69.-/AVS e AI, CdT
3a Categoria Fr. 59.-/intero - Fr. 54.-/AVS e AI, CdT

Tariffa E
1a Categoria Fr. 79.-/intero - Fr. 74.-/AVS, AI, CdT
2a Categoria Fr. 69.-/intero - Fr. 64.-/AVS e AI, CdT
3a Categoria Fr. 59.-/intero - Fr. 54.-/AVS e AI, CdT

Tariffa F
1a Categoria Fr. 79.-/intero - Fr. 74.-/AVS, AI, CdT
2a Categoria Fr. 69.-/intero - Fr. 64.-/AVS e AI, CdT
3a Categoria Fr. 59.-/intero - Fr. 54.-/AVS e AI, CdT

Tariffa G
1a Categoria Fr. 77.-/intero - Fr. 72.-/AVS, AI, CdT
2a Categoria Fr. 55.-/intero - Fr. 50.-/AVS e AI, CdT
3a Categoria Fr. 44.-/intero - Fr. 39.-/AVS e AI, CdT

Tariffa H

1a Categoria Fr. 70.-/intero - Fr. 60.-/AVS, AI, CdT
2a Categoria Fr. 50.-/intero - Fr. 40.-/AVS e AI, CdT
3a Categoria Fr. 40.-/intero - Fr. 30.-/AVS e AI, CdT

Tariffa I
1a Categoria Fr. 50.-/intero - Fr. 45.-/AVS, AI, CdT
2a Categoria Fr. 40.-/intero - Fr. 35.-/AVS e AI, CdT


Puoi richiedere i buoni omaggio entro martedì 22 gennaio 2019 attraverso queste modalità:
- Scarica compila e invia questo tagliando a Corriere del Ticino, Ufficio Markting, CdT Club Card «LuganoInScena - Febbraio», Via Industria, 6933 Muzzano
- Invia una mail a marketing@cdt.ch con i tuoi dati personali (nome, cognome, indirizzo completo, numero di telefono, età), indicando nell’oggetto «CdT Club Card - LuganoInScena Febbraio»
I biglietti verranno inviati fino ad esaurimento degli stessi. Non si tiene alcuna corrispondenza in merito all’iniziativa.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Marketing
  • 1