50 migranti morti in un naufragio, ma la Guardia Costiera smentisce

Libia

Lo afferma la Mezzaluna Rossa, citta da Al Arabya in un tweet

50 migranti morti in un naufragio, ma la Guardia Costiera smentisce
© AP/Renata Brito

50 migranti morti in un naufragio, ma la Guardia Costiera smentisce

© AP/Renata Brito

(Aggiornato alle 12.20) Cinquanta migranti, fra cui alcuni egiziani, sono morti al largo della Libia in seguito al naufragio dell’imbarcazione su cui viaggiavano. Lo riferisce la Mezzaluna Rossa libica, citata da Al Arabya in un Tweet.

Il naufragio è avvenuto davanti alla costa della città libica di al Zawiya.

Precedentemente, l’Oim, l’agenzia dell’Onu per le migrazioni, aveva riferito che almeno 11 persone sono morte dopo che il gommone su cui viaggiavano era affondato. A bordo di quest’ultimo vi erano in tutto 24 migranti, erano diretti in Europa. La Guardia Costiera libica ne ha salvati 12.

La Guardia Costier smentisce

Il portavoce della Guardia costiera libica, l’ammiraglio Masoud Ibrahim, raggiunto telefonicamente dall’agenzia di stampa italiana ANSA, ha sottolineato di non avere alcuna informazione riguardo al naufragio al largo della Libia, davanti alla costa di al Zawiya, di cui ha dato notizia al Arabiya riportando la morte di 50 migranti.

Secondo Ibrahim, potrebbe trattarsi di un’informazione errata.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1