A Padova va in scena la «battaglia» delle statue

IL CASO

Sulla piazza più grande d’Italia davvero non c’è posto per il volto di una donna? Sono 78 le statue di personaggi illustri che accoglie Piazza di Prato della Valle – La proposta di dedicare la 79. a Elena Piscopia, prima laureata al mondo, ha acceso il dibattito

A Padova va in scena la «battaglia» delle statue
© Shutterstock / Università di Padova (Il Bo live)

A Padova va in scena la «battaglia» delle statue

© Shutterstock / Università di Padova (Il Bo live)

Settantotto statue e due piedistalli vuoti, ma uno potrebbe presto non esserlo più. C’è un nome ben preciso in mente, per adornare uno di quegli spazi ancora spogli: è quello di Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, la prima donna al mondo ad aver ottenuto una laurea. Siamo a Padova, nell’ellittica Piazza di Prato della Valle, uno dei simboli più importanti della città e dell’Europa, dal momento che, con i suoi 88.260 metri quadrati, ha conquistato un posto tra le dieci piazze più grandi del Vecchio Continente. Tra i settantotto volti che circondano la piazza, attorno alla sua isola verde centrale che la contraddistingue, manca ancora però quello di una donna. Tra essi è possibile scorgere illustri personaggi del passato padovano, o figure che abbiano avuto un legame con la città, ma non santi e...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1