Allarme arsenico, a rischio 220 milioni di persone

inquinamento

È quanto emerge da una proiezione dei rischi globali, la più dettagliata mai sviluppata finora, elaborata dall’Istituto di ricerca sull’acqua del Politecnico federale di Zurigo - Chiunque assuma questa sostanza, a lungo rischia danni al fegato, ai reni e al cuore, oltre che il cancro

Allarme arsenico, a rischio 220 milioni di persone
© Shutterstock

Allarme arsenico, a rischio 220 milioni di persone

© Shutterstock

Tra 94 e 220 milioni di persone in tutto il mondo utilizzano acqua potabile potenzialmente contaminata da arsenico. È quanto emerge da una proiezione dei rischi globali, la più dettagliata mai sviluppata finora, elaborata dall’Istituto di ricerca sull’acqua del Politecnico federale di Zurigo (ETH).

Il «modello di rischio» è stato sviluppato dal ricercatore Joel Podgorski dell’Istituto federale per l’approvvigionamento, la depurazione e la protezione delle acque (EAWAG), indica oggi l’ETH in una nota. La mappa, che descrive in maniera accurata, dettagliata e su scala globale l’inquinamento da arsenico delle falde freatiche, è stata recentemente pubblicata sulla rivista specializzata «Science». L’EAWAG è considerato uno degli istituti leader mondiali in questo campo.

Fermo restando che un terzo della popolazione mondiale ottiene l’acqua potabile e l’acqua per l’irrigazione dalle riserve idriche sotterranee, l’aumento demografico e la generale siccità di superficie stanno aumentando la pressione su questa risorsa. Ma l’EAWAG mette in guardia: molti pozzi sono contaminati da arsenico di origine naturale.

Chiunque assuma questa sostanza, chimicamente definita come semimetallo, a lungo rischia danni al fegato, ai reni e al cuore, oltre che il cancro. Molti esperti considerano gli effetti sulla salute di quest’acqua potabile come «il più grande avvelenamento di massa nella storia dell’umanità», precisa la nota.

I ricercatori dell’EAWAG hanno rilevato concentrazioni di arsenico tossico in Cambogia, Vietnam e nella regione amazzonica. Hanno anche sviluppato mappe regionali del rischio da arsenico per la Cina, il Pakistan e il Sud-Est asiatico. Podgorski e il suo team hanno ora sviluppato un modello di rischio globale.

Secondo i loro calcoli, tra 94 e 220 milioni di persone sono potenzialmente interessate dalla contaminazione da arsenico nell’acqua potabile. Oltre ad alcuni hotspot già noti, come alcune regioni dell’Asia meridionale e sudorientale, sono state identificate anche aree precedentemente sconosciute come il Sahel e altre regioni dell’Africa.

Tuttavia, precisa la nota, i modelli non sono sufficientemente dettagliati per determinare la contaminazione da arsenico dei singoli pozzi d’acqua sotterranea. Le mappe servono piuttosto come base per scoprire dove debbano essere effettuati test mirati sull’arsenico.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1

    L’ira di Trump: «Non inginocchiatevi!»

    Stati Uniti

    Il presidente Usa considera «offensivo e irrispettoso» il gesto usato per la prima volta sui campi da football durante l’inno nazionale e ora diventato simbolo delle proteste razziali - Intanto Washington si prepara alla grande manifestazione per George Floyd

  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

    Francia, oltre 1 milione di attivazioni dell’app StopCovid

    coronavirus

    Il sottosegretario al Digitale Cédric O ha spiegato che l’applicazione è «particolarmente utile» per coloro che prendono i trasporti pubblici e vanno nei bar o nei ristoranti - L’allerta si attiva se gli smartphone delle due persone si incrociano tramite bluetooth a meno di un metro e per più di 15 minuti

  • 1
  • 1