Alto funzionario drogava le donne «per vederle urinare»

francia

L’uomo è accusato di aver somministrato il diuretico ai colloqui di lavoro e aver fotografato di nascosto le gambe di oltre 200 candidate tra il 2009 e il 2018

Alto funzionario drogava le donne «per vederle urinare»
© Shutterstock

Alto funzionario drogava le donne «per vederle urinare»

© Shutterstock

Un alto funzionario del Ministero della Cultura francese è accusato di aver somministrato a oltre 200 donne diuretici per poi «vederle urinare». Fonti giudiziarie francesi riferiscono infatti che l’uomo è stato accusato di violenza sessuale e reati legati alla droga nei confronti di oltre 200 vittime, durante colloqui di lavoro avvenuti al Ministero francese tra il 2009 e il 2018. Non solo. Il funzionario era solito anche fotografare di nascosto le gambe delle candidate sotto la scrivania usando il suo cellulare.

Il quotidiano francese «Libération» ha raccolto le testimonianze di cinque vittime. Identico il modus operandi del funzionario: quando le donne si presentavano per il colloquio di lavoro, lui offriva loro una tazza di tè o un caffè, nel quale veniva sciolto il diuretico. L’uomo, dopo una breve chiacchierata, proponeva poi alle vittime una passeggiata nel quartiere, nel pieno centro di Parigi. Un giro che poteva durare anche qualche ora, con un itinerario scelto appositamente in modo da allontanarsi il più possibile da locali o bar, nei quali le vittime potessero recarsi in bagni. Il funzionario portava poi le sue vittime sulla Senna, offrendosi di nascondere con il suo cappotto le donne mentre urinavano. «Mi sono sentita davvero umiliata», ha raccontato una di loro a «Libération». In un altro caso, una delle vittime che aveva preferito aspettare il ritorno al Ministero per usare il bagno, è stata poi ricoverata in ospedale per una grave infezione. Il funzionario, dopo alcune denunce e le indagini della polizia, è stato sospeso nell’ottobre dello scorso anno e poi licenziato.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1