Anche Starbucks volta le spalle ai social media

Il caso

Si allunga la lista delle aziende che hanno deciso di boicottare Facebook e le altre piattaforme, accusate di non fare abbastanza per combattere la presenza di contenuti d’odio e razzisti

 Anche Starbucks volta le spalle ai social media
©Shutterstock

Anche Starbucks volta le spalle ai social media

©Shutterstock

Si allunga la lista delle aziende che hanno deciso di boicottare Facebook e i social media: l’ultima a unirsi è il gigante del caffè Starbucks, che ha annunciato la sospensione della pubblicità su tutte le piattaforme. «Noi siamo contro i contenuti d’odio e crediamo che il mondo delle imprese e quello della politica debbano unirsi per realizzare un vero cambiamento», ha dichiarato il noto brand. Ieri era stata Coca Cola a voltare le spalle ai social media, accusati di non fare abbastanza per combattere la presenza di contenuti d’odio e razzisti. Dopo la decisione dei grandi marchi, il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg ha subito perso 7,2 miliardi di dollari di ricchezza personale.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1