Attacco informatico contro siti governativi

Ucraina

L’azione avviene nel contesto delle accresciute tensioni tra Kiev e Mosca

Attacco informatico contro siti governativi
© Shutterstock

Attacco informatico contro siti governativi

© Shutterstock

Numerosi siti del governo ucraino sono stati oggetto di un attacco informatico su larga scala, un attacco non immediatamente rivendicato, che avviene nel contesto delle accresciute tensioni tra Kiev e Mosca.

«Il sito ufficiale del Ministero dell’Istruzione e della Scienza è temporaneamente chiuso a causa dell’attacco globale avvenuto nella notte tra il 13 e il 14 gennaio», ha annunciato quest’ultimo sulla sua pagina Facebook.

Anche i siti di altri ministeri, compreso quello di Situazioni di emergenza, risultano inaccessibili, ha osservato l’AFP.

Nessuna «fuga di dati personali» è stata registrata annunciano intanto i servizi di intelligence del Paese.

«Messaggi provocatori sono stati pubblicati sulle home page di questi siti, ma il contenuto di detti siti non è stato modificato e non si è verificata alcuna fuga di dati personali, secondo le informazioni disponibili», ha affermato la Sbu in un comunicato stampa.

L’Unione Europea sta intanto mobilitando «tutte le sue risorse» per aiutare l’Ucraina dopo l’attacco informatico ai siti web del governo. Lo ha detto a Brest il responsabile della politica estera e di sicurezza dell’UE, Joseph Borrell.

L’attacco - ha aggiunto - «merita una condanna». «Abbiamo convocato una riunione d’emergenza degli ambasciatori del comitato politico e di sicurezza dell’Ue per vedere come si può agire e quale assistenza tecnica fornire all’Ucraina», ha precisato Borrell a Brest (nord-ovest della Francia) , dove si chiude oggi il vertice informale dei ministri degli Esteri Ue.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1