Attraversò 3 volte l’Atlantico in kayak: è morto sul Kilimangiaro

Alpinismo

Aleksander Doba, esploratore polacco di 74 anni, è deceduto dopo aver raggiunto la vetta più alta dell’Africa: ha perso conoscenza poco prima della discesa e non si è più ripreso

 Attraversò 3 volte l’Atlantico in kayak: è morto sul Kilimangiaro
©Shutterstock

Attraversò 3 volte l’Atlantico in kayak: è morto sul Kilimangiaro

©Shutterstock

Un esploratore polacco di 74 anni, ingegnere in pensione, è morto sul Kilimangiaro dopo aver attraversato l’Atlantico per tre volte da solo in kayak. La morte di Aleksander Doba è stata annunciata su facebook dalla famiglia.

Il decesso è avvenuto dopo aver raggiunto la vetta più alta dell’Africa (5891 metri), «realizzando i suoi sogni». Poco prima della discesa ha perso conoscenza e non si è ripreso, nonostante gli sforzi dei soccorritori.

Doba aveva attraversato l’Atlantico da solo e senza assistenza in tre occasioni. La prima traversata lo aveva portato da Dakar ad Acarau, in Brasile, tra ottobre 2010 e febbraio 2011, e la seconda da Lisbona a Port Canaveral, in Florida, tra ottobre 2013 e aprile 2014. Durante il suo terzo viaggio, che lo ha portato dalla costa orientale degli Stati Uniti verso la costa francese, ha viaggiato con la sola forza delle braccia per 6680 chilometri in 111 giorni.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1