Caso Gregoretti, il Senato dice sì al processo a Salvini

italia

All’ex ministro dell’Interno il Tribunale dei ministri contesta l’ipotesi di sequestro di persona per i 131 migranti, rimasti per 4 giorni sulla nave militare prima dello sbarco ad Augusta il 31 luglio 2019 - La Lega non ha partecipato alla votazione

Caso Gregoretti, il Senato dice sì al processo a Salvini
© EPA/RICCARDO ANTIMIANI

Caso Gregoretti, il Senato dice sì al processo a Salvini

© EPA/RICCARDO ANTIMIANI

(Aggiornato alle 19.34) Via libera definitivo del Senato italiano al processo per l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini sul caso Gregoretti. La votazione, iniziata nel pomeriggio, si è chiusa alle 19. Con 76 voti favorevoli, 152 contrari e nessun astenuto, l’Aula ha respinto l’ordine del giorno presentato da Forza Italia e Fratelli d’Italia che chiedevano di negare l’autorizzazione all’ex ministro dell’Interno, richiesta dal tribunale dei ministri. La Lega non ha partecipato al voto, uscendo dall’Aula.

All’ex ministro dell’Interno il Tribunale dei ministri contesta l’ipotesi di sequestro di persona per i 131 migranti, rimasti per 4 giorni sulla nave militare prima dello sbarco ad Augusta il 31 luglio 2019.

Salvini: «Ho difeso l’Italia»

«Lo sapevo. Sono assolutamente tranquillo e orgoglioso di quello che ho fatto. E lo rifarò appena tornato al governo. Come è stato difendersi in Senato? Surreale. Ho giurato sulla Costituzione, che prevede che difendere la patria è dovere di ogni cittadino. Io ho difeso l’Italia», ha commentato Salvini intercettato dall’agenzia di stampa Ansa dopo il voto del Senato. «Io ho difeso l’Italia, essere processato per questo... ma piena e totale fiducia nella magistratura».

«Mi sembra che la stessa procura di Catania ha detto che il reato non esiste. Non vedo grossi problemi. Non sono minimamente preoccupato», ha poi aggiunto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1