Chi sarà presidente? La Contea di Valencia ci azzecca sempre

usa 2020

La sesta regione più popolosa dello Stato del New Mexico è un vero e proprio barometro delle presidenziali: da 68 anni il candidato che ha vinto in questa «county» ha conquistato anche la presidenza

Chi sarà presidente? La Contea di Valencia ci azzecca sempre
EPA/Chip Somodevilla

Chi sarà presidente? La Contea di Valencia ci azzecca sempre

EPA/Chip Somodevilla

Il miglior barometro delle elezioni americane? L'oscura contea di Valencia, la sesta più popolosa del New Mexico, che può vantare la più lunga striscia di presidenti eletti tra tutte le contee del Paese. Una striscia lunga 68 anni, cominciata nel 1952 quando Dwight D. Eisenhower mise fine a due decenni di regno democratico alla Casa Bianca. Da allora il candidato che ha vinto in questa contea ha conquistato la presidenza, tanto che qui hanno coniato il motto «As Valencia County goes, so goes the nation» («Come va la contea di Valencia, così va la nazione»). E, come se non bastasse, la percentuale di voti dei candidati ha spesso rispecchiato le loro performance a livello nazionale, facendo di Valencia County il più improbabile microcosmo delle elezioni americane. La contea è un rettangolo di 2.800 kmq di deserto circondato da montagne a sud di Albuquerque, occupato da ranch, riserve di nativi americani e pendolari, con una popolazione di 76.688 abitanti, di cui il 58,3% di origine ispanica. Il 73,2% sono bianchi, il 3,8% nativi americani, l'1,4% afroamericani, lo 0,5% asiatici, lo 0,1% delle isole pacifiche, il 17% di altre etnie. Un mix che spera di azzeccare anche questa volta il nuovo inquilino della Casa Bianca.

Oltre 95 milioni di americani hanno già votato

Intanto, ad un giorno dall’Election day, sono oltre 95 milioni le persone che hanno votato anticipatamente, di cui circa 60 milioni per posta e 34 milioni di persona. Oltre 30 milioni di schede non sono ancora state riconsegnate. Sono i dati di Us Elections Projects, un progetto indipendente per tracciare l’early vote. Nel voto anticipato, stando alla registrazione partitica disponibile in una ventina di Stati, predominano gli elettori democratici con 21.233.585 (45.4%), mentre quelli repubblicani sono 14.218.201 (30.4%). Gli indipendenti ammontano a 11.059.461 (23.6%).

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1