Chiesta all’EMA l’autorizzazione per il vaccino di AstraZeneca

Coronavirus

AstraZeneca e l’Università di Oxford hanno presentato l’offerta formale: l’Agenzia europea del farmaco valuterà la sicurezza e l’efficacia del preparato

Chiesta all’EMA l’autorizzazione per il vaccino di AstraZeneca
©AP Photo/Gareth Fuller

Chiesta all’EMA l’autorizzazione per il vaccino di AstraZeneca

©AP Photo/Gareth Fuller

(Aggiornato alle 11.17) L’Ema ha dichiarato che AstraZeneca e l’Università di Oxford hanno presentato un’offerta formale per l’autorizzazione del loro vaccino contro il coronavirus e che una decisione potrebbe arrivare entro il 29 gennaio. Lo si legge in un comunicato.

«Buone notizie. AstraZeneca ha presentato il dossier all’Agenzia europea del farmaco (Ema) per far autorizzare il suo vaccino in Ue. L’Ema valuterà la sicurezza e l’efficacia del vaccino. Una volta che il vaccino avrà ricevuto un parere scientifico positivo, lavoreremo a tutta velocità per autorizzare l’uso in Europa», ha twittato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen.

Una valutazione così rapida del vaccino AstraZenica da parte dell’Ema, si legge nella nota, è possibile solo perchè l’Agenzia ha già avuto modo di esaminare dei dati durante la fase di messa a punto del farmaco.

In particolare sono state valutate informazioni sui risultati di studi di laboratorio, sulla qualità del vaccino (i suoi componenti e le modalità di preparazione) e sulla sua sicurezza ed efficacia, in questo caso attraverso quattro test clinici condotti nel Regno Unito, in Sud Africa e Brasile.

Ulteriori informazioni sulla qualità, sicurezza ed efficacia del vaccino, si legge ancora nella nota, sono state richieste dagli esperti Ema all’azienda e sono ora in corso di valutazione.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1