Commozione e indignazione per papà e bimba morti nel fiume

Rio Grande

Papa Francesco si è detto «profondamente addolorato per la loro morte, prega per loro e per tutti i migranti che hanno perso la vita cercando di sfuggire alla guerra e alla miseria»

Commozione e indignazione per papà e bimba morti nel fiume
La disperazione Valeria Martinez, madre e nonna delle due vittime i cui corpi sono stati immortalati nel fiume. (Foto Keystone)

Commozione e indignazione per papà e bimba morti nel fiume

La disperazione Valeria Martinez, madre e nonna delle due vittime i cui corpi sono stati immortalati nel fiume. (Foto Keystone)

Commozione e indignazione per papà e bimba morti nel fiume

Commozione e indignazione per papà e bimba morti nel fiume

Commozione e indignazione per papà e bimba morti nel fiume

Commozione e indignazione per papà e bimba morti nel fiume

Commozione e indignazione per papà e bimba morti nel fiume

Commozione e indignazione per papà e bimba morti nel fiume

Commozione e indignazione per papà e bimba morti nel fiume

Commozione e indignazione per papà e bimba morti nel fiume

WASHINGTON/CITTÀ DEL VATICANO - Il Papa «ha visto, con immensa tristezza, l’immagine del papà e della sua bambina morti annegati nel Rio Grande mentre cercavano di passare il confine tra Messico e Stati Uniti. Il Papa è profondamente addolorato per la loro morte, prega per loro e per tutti i migranti che hanno perso la vita cercando di sfuggire alla guerra e alla miseria». Lo ha detto il direttore della sala stampa della Santa sede, Alessandro Gisotti.

La scioccante foto che mostra padre e figlia piccola annegati nel tentativo di attraversare il Rio Grande al confine tra Messico e USA, dove sono stati trovati morti anche una giovane donna e tre bambini, uccisi probabilmente dal troppo caldo e dalla disidratazione, ha già creato molta indignazione negli Stati Uniti. L’immagine è destinata a diventare il simbolo della tragedia dei migranti dal Centro America così come l’immagine del corpicino di Aylan riverso su una spiaggia turca è divenuta il triste simbolo dell’immigrazione verso l’Europa. Oramai sulla terribile immagine scattata sul fiume che separa il Messico dal Texas si sa quasi tutto. L’uomo era un cittadino salvadoregno, Oscar Alberto Martinez, la sua figlioletta Angie Valeria. I due corpi sono a faccia in giù, immersi nell’acqua di un canneto sporca di fango, trasportati a riva dalla corrente sulla sponda sud del fiume. Si vede la bimba ancora con le scarpette, legata al padre da quella che sembra essere una maglietta con il quale l’uomo forse cercava di tenere la piccola stretta a se’ nel disperato tentativo di proteggerla.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1