Conte: «Possibile stato di emergenza fino al 31 dicembre»

Coronavirus

La proposta del premier italiano alla luce dei contagi ancora in salita e i focolai in diverse zone del Paese: la proroga non è ancora stata ufficializzata - Critiche da Matteo Salvini e Giorgia Meloni

 Conte: «Possibile stato di emergenza fino al 31 dicembre»
©EPA/FILIPPO ATTILI

Conte: «Possibile stato di emergenza fino al 31 dicembre»

©EPA/FILIPPO ATTILI

(Aggiornato alle 23.39) Con i contagi ancora in salita e focolai anche rilevanti in diverse zone del Paese, il premier italiano Giuseppe Conte ha confermato oggi quello che molti davano ormai per scontato: il governo sta valutando la proroga dello stato d’emergenza fino al 31 dicembre.

«Non è ancora stato deciso tutto - ha dichiarato oggi il presidente del Consiglio -, ma ragionevolmente si andrà in questa direzione». La proroga potrebbe arrivare già la settimana prossima: il 14 luglio scadrà infatti il decreto ministeriale attualmente in vigore, quello che contiene tra l’altro le modalità d’ingresso in Italia.

È molto probabile, dicono fonti di governo, che possa essere quella l’occasione per definire la proroga e riordinare le norme attualmente in vigore.

La scelta del governo di Roma di prorogare lo stato d’emergenza non è piaciuta però all’opposizione. «Gli italiani - ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini - meritano fiducia e rispetto. Con tutte le attenzioni possibili, la libertà non si cancella per decreto».

Gli ha fatto eco Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia. «Non mi pare che ci siano i presupposti per prorogare fino alla fine dell’anno lo stato emergenza, uno strumento del quale il governo dispone per fare un po’ quello che vuole».

A prescindere dal dibattito politico e delle scelte che farà nei prossimi giorni l’esecutivo di Roma, il dato di fatto è la necessità di tenere sotto controllo il virus. I numeri giornalieri e quelli relativi al monitoraggio settimanale dimostrano che la COVID-19 è tutt’altro che sconfitta nella vicina Penisola.

I nuovi contagi continuano a salire: mercoledì erano 193 in 24 ore, giovedì 229 e oggi 276 per un totale di positivi al coronavirus che dall’inizio dell’emergenza ha raggiunto quota 242.639. Un incremento dovuto soprattutto ai ‘casi d’importazione’, come quelli nel Lazio legati alla comunità del Bangladesh.

Conte fa chiarezza: «Ancora nessuna decisione»

«Oggi non ho detto che il governo ha deciso di prorogare lo stato d’emergenza ma che è un tema che dobbiamo affrontare e sarà una decisione collegiale del governo nel debito confronto con il Parlamento. Ho semplicemente anticipato una proposta che valuteremo tutti insieme». Lo ha specificato in serata il premier Giuseppe Conte parlando con i giornalisti all’Aja dopo l’incontro con il premier olandese Mark Rutte. «Prorogare lo stato d’emergenza non vorrebbe dire che noi riteniamo che la curva epidemiologica ci sta sfuggendo dal controllo: significherebbe semplicemente che ci consentirebbero le minime misure che stiamo adottando per controllare la curva epidemiologica», ha aggiunto il premier.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Mondo
  • 1
  • 1