logo

Fondatore di Telegram: blocco in Russia è anticostituzionale

 
16
aprile
2018
16:07
ats

MOSCA - La decisione di bloccare Telegram in Russia è "anticostituzionale" e "indebolirà la sicurezza nazionale russa" poiché "una parte" dei dati personali dei russi passerà a WhatsApp e Facebook "controllati dagli Stati Uniti". Lo ha detto il fondatore di Telegram, Pavel Durov sul suo account VKontakte. Lo riporta Interfax.

Prossimi Articoli

“Il Russiagate? Una farsa”

Vladimir Putin e Donald Trump a Helsinki assicurano che non c'è stata alcuna interferenza russa nelle elezioni americane nel 2016 - Critiche al presidente Usa in patria - VIDEO

Foto del giorno

Gli scatti più belli della settimana scelti dalla redazione web

Non solo festa a Parigi, vandali evacuati dagli Champs-Elysées

La Polizia è intervenuta ieri sera agli Champs-Elysées per disperdere una trentina di persone che - approfittando dell'atmosfera festante - ha tentato di saccheggiare alcuni negozi

Edizione del 16 luglio 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top