logo

Fondatore di Telegram: blocco in Russia è anticostituzionale

 
16
aprile
2018
16:07
ats

MOSCA - La decisione di bloccare Telegram in Russia è "anticostituzionale" e "indebolirà la sicurezza nazionale russa" poiché "una parte" dei dati personali dei russi passerà a WhatsApp e Facebook "controllati dagli Stati Uniti". Lo ha detto il fondatore di Telegram, Pavel Durov sul suo account VKontakte. Lo riporta Interfax.

Prossimi Articoli

La regina Paola colpita da un ictus a Venezia

La sovrana belga rimpatriata d'urgenza, ma la situazione sarebbe sotto controllo

Una bisca clandestina nascosta nell'ambasciata nordcoreana

Uno dei luoghi più esclusivi di Mosca è stato smantellato dalle autorità russe: si poteva accedere solo su invito personale o grazie a "forti raccomandazioni"

H&M nel mirino: condizioni disumane e salari da fame

Un rapporto afferma che 1 su 3 è il tasso di svenimento medio tra le operaie delle aziende che collaborano con il marchio svedese

Edizione del 26 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top