logo

Paura alle Hawaii, esploso il vulcano Kilauea

 
17
maggio
2018
19:27
ats

NEW YORK - Devastante esplosione sulla cima del vulcano Kilauea, nelle Hawaii, con una eruzione che ha provocato una colonna di fumo e cenere alta oltre nove chilometri e destinata ad abbattersi sull'arcipelago.

L'esplosione è stata preceduta da una serie di terremoti, col più forte che ha raggiunto una magnitudo di 4.4. Le scosse hanno provocato danni alle strade e agli edifici.

Lo scoppio si è verificato dopo due settimane di intensa attività del vulcano e dopo l'apertura di oltre 12 crepe lungo il versante orientale del cratere che continua ad eruttare lava nell'area circostante. Al momento sono state distrutte 26 abitazioni e una decina di edifici.

Il cratere si trova all'interno dell'Hawaii Volcanoes National Park che era già stato chiuso lo scorso 11 maggio in maniera precauzionale. Secondo gli esperti l'esplosione non dovrebbe avere conseguenze mortali, a patto che i residenti stiano lontano dal parco nazionale. Il rischio maggiore è però quello che dal cratere del vulcano siano 'sparate' rocce come proiettili e che - spiegano gli esperti - potrebbero raggiungere "le dimensioni di frigoriferi".

Kilauea è uno dei vulcani più attivi al mondo ed è in eruzione continua dal 1983.

Prossimi Articoli

Riad ammette, Khashoggi ucciso nel consolato

Di fronte alle richieste pressanti della comunità internazionale arriva la conferma della morte del giornalista - Diciotto persone finite in manette

Foto del giorno

Gli scatti più belli selezionati dalla redazione.

“Ciò di cui il mondo arabo ha più bisogno è la libertà di espressione”

Con questo titolo, che suona quasi come un testamento spirituale, il Washington Post pubblica oggi l'ultimo editoriale di Jamal Khashoggi

Edizione del 20 ottobre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top