logo

Trump pronto a colpire il “Made in China”

Il presidente Usa non molla la presa sui dazi - Intanto, l'Europa si prepara alla rappresaglia per le tasse introdotte su acciaio e alluminio

EPA
 
14
giugno
2018
20:05
ats

NEW YORK - Donald Trump non molla la presa: nonostante il ruolo fondamentale di Pechino nella preparazione dello storico vertice con Kim Jong-un, il presidente statunitense annuncia che nei prossimi giorni, molto probabilmente a partire dalle prossime ore, è in arrivo l'attesa stretta Usa sul Made in China.

Intanto Bruxelles si prepara alla rappresaglia per i dazi americani su acciaio e alluminio, con una serie di contromisure sulle eccellenze del Made in Usa che vanno dalle moto Harley Davidson ai jeans Levi's. Misure per 2,8 miliardi di euro che avrebbero già ricevuto l'ok da parte di tutti e 28 i Paesi della Ue e che sarebbero pronte a scattare dai primi di luglio.

Lo scenario di una guerra commerciale a livello globale - se si aggiungono anche i contrasti tra gli Usa e i suoi vicini Canada e Messico - si fa dunque sempre più realistico. E rischia di mettere completamente in discussione sia i rapporti degli Usa con gli alleati storici sia il tentativo dello stesso Trump di rafforzare l'asse con Pechino. I progressi raggiunti con la Cina nell'ultima tornata di colloqui commerciali sono giudicati dall'amministrazione Trump insufficienti. Per questo la Casa Bianca sarebbe determinata ad andare avanti nella sua offensiva.

"Ci sarà una stretta molto forte", ha spiegato il tycoon in una intervista a Fox News, rilasciata mercoledì a bordo dell'Air Force One di ritorno da Singapore. "Vedrete nel giro di un paio di settimane", ha minacciato, pur sottolineando i suoi buoni rapporti personali con il leader cinese Xi Jinping.

Secondo quanto scrive il Wall Street Journal, Trump non avrebbe ancora dato il suo via libera ufficiale alle nuove tariffe, comunque già decise in una riunione svoltasi prima che il presidente partisse per il G7 del Canada. Non è quindi escluso un ripensamento dell'ultima ora, proprio alla luce della collaborazione di Pechino sul fronte diplomatico con la Corea del Nord. Ma le ultime parole del presidente Usa lasciano poco spazio all'ottimismo.

La lista dei prodotti Made in China da colpire non sarebbe stata comunque ancora ultimata. Nei piani originari si era parlato di beni per un valore di 50 miliardi di dollari, e proprio per venerdì 15 giugno era stata fissata la scadenza per pubblicarne l'elenco.

A questo elenco dovrebbe seguire poi, entro il prossimo 30 giugno, anche una lista degli investimenti cinesi da penalizzare o bloccare bloccare. Tutte misure che gli Stati Uniti motivano con la necessità di punire Pechino, accusata di rubare tecnologie alle aziende Usa e di violare le norme sui diritti di proprietà intellettuale. Bisognerà quindi vedere se nelle prossime ore a Washington prevarranno i falchi dell'amministrazione, favorevoli al giro di vite, oppure se l'ala più globalista riuscirà a imporre un compromesso per evitare lo scontro. Con Pechino che ha già avvertito più volte di essere pronta a sua volta a una dura rappresaglia.

Intanto ha rotto il silenzio Gary Cohn, l'ex banchiere di Goldman Sachs che è stato consigliere economico di Trump e che ha lasciato la Casa Bianca proprio in polemica con la linea dura sui dazi: "Le tariffe rischiano di vanificare anche i benefici del taglio delle tasse", ha detto Cohn, che è l'artefice della riforma fiscale, contraddicendo il presidente su un punto fondamentale: "I deficit commerciali non sono un problema, anzi a volte sono utili alla nostra economia".

Articoli suggeriti

Dazi americani, ABB la prima vittima svizzera?

Il colosso energetico potrebbe tagliare molti impieghi negli Stati Uniti a causa delle norme protezionistiche volute da Trump

In questo mondo di dazi

L'EDITORIALE DI LINO TERLIZZI

Merkel avvisa: sono in arrivo contromisure dell`Ue contro i dazi Usa

I provvedimenti contro i dazi americani su acciaio e alluminio saranno presentati al Wto il prossimo 1. luglio

Edizione del 26 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top