logo

Mondiali, fermato attivista per i diritti gay

Peter Tatchell è stato trattenuto un paio d'ore dalla polizia russa e poi rilasciato perché stringeva in mano un cartello anti-Putin

 
 
14
giugno
2018
23:14
ats

MOSCA - È stato rilasciato un paio d'ore dopo essere stato fermato a Mosca l'attivista britannico per la difesa dei diritti degli omosessuali Peter Tatchell. L'uomo dovrà però comparire davanti a un tribunale il 26 giugno. Secondo l'Ap, rischia una multa di circa 330 dollari.

Tatchell era stato fermato dalla polizia russa nei pressi della Piazza Rossa, perché stringeva in mano un cartello con su scritto: "Putin non si preoccupa di agire contro le torture degli omosessuali in Cecenia". Le autorità cecene sono accusate di perseguitare gli omosessuali.

La polizia locale - di fatto agli ordini diretti del luogotenente di Putin in Cecenia, Ramzan Kadyrov - è accusata di detenere illegalmente, torturare e in alcuni casi persino uccidere le persone sospettate di essere omosessuali. Kadyrov ha smentito dicendo che in Cecenia "non ci sono omosessuali". Parole che non fanno che rafforzare i sospetti.

Prossimi Articoli

La regina Paola colpita da un ictus a Venezia

La sovrana belga rimpatriata d'urgenza, ma la situazione sarebbe sotto controllo

Una bisca clandestina nascosta nell'ambasciata nordcoreana

Uno dei luoghi più esclusivi di Mosca è stato smantellato dalle autorità russe: si poteva accedere solo su invito personale o grazie a "forti raccomandazioni"

H&M nel mirino: condizioni disumane e salari da fame

Un rapporto afferma che 1 su 3 è il tasso di svenimento medio tra le operaie delle aziende che collaborano con il marchio svedese

Edizione del 26 settembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top