logo

Macron: “Sanzioni a chi non accoglie i rifugiati”

Il vicepremier italiano Matteo Salvini replica al presidente francese: "È arrogante, apra i porti"

AP
 
23
giugno
2018
17:48
Red. Online

PARIGI - Il presidente francese, Emmanuel Macron, si è detto oggi favorevole a "sanzioni finanziarie" nei confronti dei paesi dell'Unione europea che si rifiutino di accogliere i rifugiati.

Dopo l'incontro con il premier spagnolo Pedro Sanchez, Macron ha detto che "non ci possono essere paesi che beneficiano massicciamente della solidarietà dell'Ue e che rivendicano poi il loro egoismo nazionale quando si tratta di temi migratori". Macron dice sì a "porre condizioni su questo punto al finanziamento di aiuti strutturali".

Salvini, Macron arrogante, apra i porti

Il vicepremier italiano Matteo Salvini repplica a Manuel Macron: se i profughi accolti dall'Italia non costituiscono un problema dia prova di generosità e apra la frontiera di Ventimiglia.

"650mila sbarchi in 4 anni, 430mila domande presentate in Italia, 170mila presunti profughi a oggi ospitati in alberghi, caserme e appartamenti per una spesa superiore a 5 miliardi di euro.

Se per l'arrogante presidente Macron questo non è un problema, lo invitiamo a smetterla con gli insulti e a dimostrare la generosità con i fatti aprendo i tanti porti francesi e smettendo di respingere donne, bambini e uomini a Ventimiglia". Così il vicepremier e ministro dell'interno Matteo Salvini.

"Se l'arroganza francese pensa di trasformare l'Italia nel campo profughi di tutt'Europa, magari dando qualche euro di mancia, ha totalmente sbagliato a capire", aggiunge Salvini.

Prossimi Articoli

Un attacco terroristico approfittando dei gilet gialli

I quattro uomini sono stati fermati: avrebbero pianificato l'attentato per sabato scorso, mentre la polizia francese era impegnata con proteste e blocchi stradali

Deraglia un treno vicino a Barcellona: un morto

Si tratta di un convoglio composto da sei vagoni principalmente utilizzato da pendolari: l'incidente è avvenuto nella zona di Vacarisses

Allarme vulcano in Guatemala: 4'000 evacuati

Gli abitanti dei villaggi a ridosso del Volcàn de Fuego hanno lasciato le loro case - Nel cielo si è innalzata una colonna di fumo di 7 mila metri

Edizione del 20 novembre 2018
Segui il CdT sui social
Mobile
Scopri le offerte su misura per te
con la CdT Club Card
Top