Agente accoltellato a Bruxelles, non è terrorismo

BRUXELLES - Un poliziotto è stato accoltellato stamane a Bruxelles, davanti alla sede del commissariato centrale vicino alla Grand Place. Secondo il quotidiano online "Dernière Heure" l'aggressore avrebbe gridato "Allah Akbar" ma la polizia non ha dato conferme in questo senso. L'uomo è stato fermato da un altro poliziotto che gli ha sparato. Sia la vittima che l'aggressore sono stati portati in ospedale e non sono in pericolo di morte. L'uomo che ha aggredito l'agente era già noto per traffico d'armi, ma non è ancora chiaro il movente del suo gesto odierno. Le prime constatazioni non permetterebbero di considerare l'attacco come un atto terroristico, come indicato dalla Procura. L'uomo, ha affermato il ministro dell'interno Jan Jambon che ha parlato di "un altro vile attacco" alla polizia, era appena uscito di prigione, dove era stato detenuto ma non appunto per terrorismo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1