Agenti dei servizi segreti sulle navi ucraine nello stretto di Kerch

Per Mosca si è trattato di una provocazione, da parte di Kiev si ammette la presenza di membri dell'SBU

Agenti dei servizi segreti sulle navi ucraine nello stretto di Kerch
Una nave russa sperona un rimorchiatore ucraino nello stretto di Kerch.

Agenti dei servizi segreti sulle navi ucraine nello stretto di Kerch

Una nave russa sperona un rimorchiatore ucraino nello stretto di Kerch.

MOSCA - Le navi della Marina ucraina sono entrate nelle acque territoriali della Russia su esplicite istruzioni delle autorità di Kiev e due agenti dell'SBU, i servizi di sicurezza ucraini, erano a bordo per coordinare la provocazione. È quanto sostiene l'FSB, il servizio di sicurezza interno russo, erede di quello che una volta era il KGB. Un militare ucraino, arrestato in seguito all'incidente nello stretto di Kerch, avrebbe poi confessato la natura provocatoria dell'incidente. "Le richieste radio (dalle guardie di frontiera russe, ndr) sono state deliberatamente ignorate, c'erano armi e mitragliatrici a bordo: ero consapevole che si trattava di azioni provocatorie", ha dichiarato il comandante Vladimir Lesovoy, stando a quanto sostiene l'agenzia di stampa russa TASS.

Il capo dell'SBU, Vassily Grizak, da parte sua ha confermato alla Interfax che a bordo delle navi fermate dai russi c'erano "collaboratori del dipartimento di controspionaggio del servizio" e uno di loro, un ufficiale, sarebbe stato "gravemente ferito".

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1
    NORVEGIA

    Breivik, il killer di Utoya, tormenta le vittime con lettere dal carcere

    Lo ha reso noto la leader del Comitato di supporto ai sopravvissuti, Lisbeth Royneland, che nella strage ha perso sua figlia, definendo «inaccettabile» che l’assassino possa permettersi di inviare simili missive in stato di detenzione e chiedendo alle autorità di fermargli la mano

  • 2
    Disavventura

    Naufrago sopravvive 22 ore in mare

    La barca si è capovolta al largo del Giappone: l’uomo è rimasto aggrappato al motore dell’imbarcazione avvolto in un telo di plastica per proteggersi dal freddo

  • 3
    GERMANIA

    Il lockdown tedesco è legale

    La Corte costituzionale federale tedesca ha respinto i ricorsi presentati contro il confinamento della scorsa primavera

  • 4
  • 5
    ITALIA

    Caso Luca Morisi, si va verso l’archiviazione

    L’ex guru della comunicazione della Lega e inventore della «Bestia» di Salvini non avrebbe procurato il flacone di «droga dello stupro» trovato nell’auto di due ragazzi che con lui avevano passato la notte

  • 1