Alpinista torinese precipita per cento metri sul Gasherbrum VII

Pakistan

Il 30enne è in gravi condizioni, ma vigile e lucido - Le operazioni di recupero sono in fase di svolgimento

Alpinista torinese precipita per cento metri sul Gasherbrum VII
(Foto web)

Alpinista torinese precipita per cento metri sul Gasherbrum VII

(Foto web)

TORINO - Un 30enne alpinista italiano, Francesco Cassardo, di professione medico, è rimasto ferito ieri in un incidente sulle montagne del Pakistan. L’uomo è scivolato per alcune centinaia di metri mentre scendeva dal Gasherbrum VII.

Il suo compagno di cordata, Carlalberto (Cala) Cimenti, ha fatto sapere che pur essendo in condizioni «gravi ma stazionarie» è comunque «vigile e lucido» e in grado di dare indicazioni ai soccorritori. Le operazioni di recupero sono in svolgimento. Da quanto viene riferito, Cimenti aveva raggiunto Cassardo già nella giornata di ieri, a quota 6’300 metri, aveva passato l’intera notte insieme a lui tenendosi in contatto con un team di medici. Nel frattempo i soccorsi sono stati attivati e si è interessata al caso anche l’ambasciata italiana in Pakistan.

«Cima! Cala è riuscito a salire l’inviolato GVII. Ora comincia la discesa sugli sci». È il messaggio lasciato su internet dall’alpinista Cimenti, compagno di cordata del medico piemontese, ieri mattina dopo la ‘conquista’ del Gasherbrum VII. Si tratta, come aveva affermato lui stesso in un messaggio del 17 luglio, di «una montagna ancora non scalata con una parete innevata su cui sarebbe bello mettere gli sci». «Una linea magica - precisava - ancora mai tracciata finora».

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1
  • 1