Omicidio di Perugia

Amanda Knox ritorna in Italia

La studentessa americana condannata e poi assolta per la morte di Meredith Kercher parteciperà ad un festival dedicato alla giustizia penale

Amanda Knox ritorna in Italia

Amanda Knox ritorna in Italia

MILANO - Amanda Knox giovedì tornerà in Italia per la prima volta dopo essere stata scarcerata, e poi definitivamente assolta, dall’accusa di avere partecipato, a Perugia, all’omicidio di Meredith Kercher, a riferirlo è l’agenzia italiana Ansa. Knox sarà infatti a Milano e raggiungerà poi Modena dove sabato parteciperà a uno degli incontri del festival della Giustizia penale. Sarà accompagnata dalla madre, Edda Mellas, e dal fidanzato Cristhoper. Al momento non è previsto un suo ritorno a Perugia.

Il Festival è organizzato dalla Camera penale di Modena e da Italy Innocence Project sul tema dell’errore giudiziario. «Il processo penale mediatico» il titolo dell’incontro cui interverrà Amanda Knox. Che negli USA è già stata protagonista di diverse iniziative promosse da Innocent project sul tema dell’errore giudiziario.

La giovane è stata al centro di una delle vicende giudiziarie più controverse degli ultimi anni, quella dell’omicidio Kercher compiuto a Perugia la notte del primo novembre del 2007.

Amanda Knox, che ha ispirato anche la serie tv del genere legal drama «Proven Innocent» su Fox Crime dallo scorso febbraio, ha visto riconosciuta dalla Corte di Strasburgo la violazione del diritto alla difesa da parte dell’Italia durante l’interrogatorio del 6 novembre 2007 nell’ambito delle indagini sull’omicidio di Meredith Kercher. Non sono tuttavia state trovate prove che confermino i maltrattamenti da parte della polizia durante lo stesso interrogatorio. Così si sono espressi nel mese di gennaio i giudici della Corte europea sul ricorso presentato dalla stessa Knox.

La giovane americana e Raffaele Sollecito erano stati condannati ma poi definitivamente assolti dalla Cassazione per l’omicidio della studentessa inglese avvenuto a Perugia la sera del primo novembre del 2007. Entrambi si sono sempre proclamati estranei al delitto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

  • 1
Articoli Suggeriti
Ultime notizie: Cronaca
  • 1