Ancora una tragedia del mare, 17 migranti morti in Spagna

ROMA - Sono annegati in diciassette, mentre tentavano di raggiungere le coste della Spagna: è l'ultima tragedia del mare Mediterraneo, dove sale a oltre 2.000 la conta dei morti dall'inizio dell'anno. La rotta più pericolosa resta comunque quella verso l'Italia: oltre la metà delle vittime sono annegate dopo essere partite dalla Libia verso la Penisola, nonostante la Spagna sia divenuta la principale destinazione dei nuovi arrivi. Le ultime vittime facevano parte di due gruppi di migranti su diverse imbarcazioni: 13 corpi senza vita sono stati ripescati dal servizio di soccorso marittimo spagnolo nel mare di Alboran. Altri 80 sono stati salvati e trasferiti nell'enclave spagnola di Melilla, al confine con il Marocco. Quattro sono annegati dopo che il loro gommone è finito su una scogliera a ovest dello stretto di Gibilterra. Dell'imbarcazione sono sopravvissuti in 22.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1