Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Morte tre persone in Irlanda - Raffiche di vento fino a 150 km/h - È il maggior fenomeno atmosferico che si sia mai abbattuto sulle isole britanniche

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime
L'immagine dal satellite

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

L'immagine dal satellite

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

Arriva Ophelia e miete le prime vittime

LONDRA - L'uragano Ophelia è arrivato in Irlanda e ha fatto le prime vittime. Un uomo di 30 anni ha perso la vita mentre tentava con una motosega di tagliare un albero abbattuto dai fortissimi venti che superano i 150 chilometri orari. Il fatto è avvenuto a Cahir, nel sud dell'isola. Un'anziana signora è morta invece a bordo della propria auto nei pressi di Aglish, quando un albero è precipitato sul mezzo uccidendola. Un'altra vittima, la terza, è un uomo che ha perso la vita dopo che un albero abbattuto dai forti venti è caduto sulla sua automobile. Il fatto è avvenuto a Dundalk, nel nord dell'isola, vicino al confine con l'Irlanda del Nord.

Oggi l'uragano Ophelia ha iniziato a colpire con forti raffiche di vento - fino a 150 chilometri orari - le coste occidentali dell'Irlanda e dell'Irlanda del Nord e nelle prossime ore si sposterà verso est arrivando anche in Gran Bretagna. Ophelia è considerato maggior fenomeno atmosferico che si sia abbattuto sulle isole britanniche negli ultimi anni. L'esercito irlandese è stato mobilitato per intervenire nelle aree più colpite da precipitazioni e possibili allagamenti. Intanto i media irlandesi parlano di "Paese in lockdown", con scuole chiuse (anche nel nord dell'isola) e i servizi di trasporto, dai traghetti ai tram di Dublino, che sono stati sospesi in anticipo rispetto al previsto. Si prepara anche la Gran Bretagna all'uragano: il Met Office ha esteso l'allarme arancione, uno fra i più alti, alle coste del Galles e al sud della Scozia per oggi pomeriggio.

Oltre 360 mila utenti sono senza elettricità in Irlanda. Ne dà notizia l'emittente pubblica irlandese Rte, secondo cui fra il 5 il 10% delle famiglie colpite rischiano di restare al buio per più di una settimana. Nel frattempo continua ad aumentare il numero delle vittime dei circa 100 incendi che divampano nel centro e nel nord del Portogallo.  Le fiamme sono alimentate dai forti venti e dalla situazione di siccità del paese.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1