Egitto: "Almeno 7 morti nell'attacco al bus di copti"

IL CAIRO - La Chiesa copto-ortodossa ha reso noto che almeno sette persone sono rimaste uccise nell'attacco portato da uomini armati contro un autobus che trasportava pellegrini cristiani verso un monastero nel deserto a sud del Cairo.

Il portavoce della Chiesa copto-ortodossa, Boul Halim, ha avvertito che il bilancio potrebbe essere anche più pesante. Fonti della sicurezza hanno riferito che altre 12 persone sono rimaste ferite.

Il vicario patriarcale e portavoce della Chiesa copto-cattolica in Egitto, Padre Hani Bakhoum, ha confermato che c'è stato un attacco terroristico a un bus di pellegrini copti e ha notato che circolano informazioni non-confermate anche su alcuni morti.

"Confermo che c'è stato questo attentato sulla strada fra Sohag e Minya, verso il monastero del vescovo Samuele", ha detto Padre Hani contattato dall'ANSA.

"E' la seconda volta sulla stessa strada: la prima fu nel maggio 2017", ha aggiunto riferendosi all'attacco con quasi 30 morti dell'anno scorso.

"Ancora non è uscita una comunicazione ufficiale del ministero dell'Interno o dal ministero della Salute", ha notato il prelato copto-cattolico circa il numero delle vittime.

"Alcuni parlano di sette morti e 14 feriti, altri parlano di una decina" di vittime, "altri parlano di cinque". "Non si sa se era un solo autobus o se erano tre, le notizie sono ancora contraddittorie", ha aggiunto.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1