Epstein si è impiccato con un lenzuolo

Stati Uniti

Intanto da più parti ci si chiede come mai il finanziere sia stato lasciato solo per ore

 Epstein si è impiccato con un lenzuolo
Jeffrey Epstein. (Foto Keystone)

Epstein si è impiccato con un lenzuolo

Jeffrey Epstein. (Foto Keystone)

NEW YORK - Jeffrey Epstein - il finanziere miliardario travolto da uno scandalo sessuale e accusato di abusi, sfruttamento della prostituzione femminile e traffico di minori - è stato lasciato solo per ore senza che nessuno lo controllasse. E uno dei due agenti preposti a farlo non era una guardia carceraria a tempo pieno, era un sostituto. Lo rivela il New York Times, citando alcuni funzionari delle forze dell’ordine. Le rilevazioni fanno seguito alle dichiarazioni del ministro della Giustizia, William Barr, che ha parlato di serie irregolarità nel carcere.

Epstein si è impiccato nella sua cella con il lenzuolo della sua brandina. Il finanziere il 10 agosto se lo sarebbe legato al collo e lo avrebbe fissato nella parte alta del letto a castello nella cella. Ed essendo una struttura non particolarmente alta, Epstein si sarebbe impiccato inginocchiandosi. Quando le guardie carcerarie lo hanno trovato, il detenuto è stato subito trasportato dal medico del carcere e successivamente in ospedale, dove è stato dichiarato morto.

I leader della commissione Giustizia della Camera, il democratico Jerry Nadler e il repubblicano Doug Collins, da parte loro hanno scritto all’Fbi chiedendo risposte sulla morte di Epstein. Al Federal Bureau of Investigation in particolare hanno chiesto lumi sul programma di prevenzione dei suicidi, sulle condizioni della cella di Epstein e i nomi di coloro che avrebbero dovuto controllarlo.

©CdT.ch - Riproduzione riservata

In questo articolo:

Ultime notizie: Cronaca
  • 1
  • 1