Fermati un finto monsignore e i suoi “accoliti”

Raggiravano imprenditori facoltosi millantando conoscenze al Vaticano - Hanno commesso truffe per 13 milioni di euro circa

Fermati un finto monsignore e i suoi “accoliti”

Fermati un finto monsignore e i suoi “accoliti”

ROMA - Adescavano facoltosi imprenditori e professionisti molto ricchi promettendo profitti derivanti da compravendite di appartamenti e opere d'arte. Per convincere le loro vittime millantavano conoscenze in ambienti aristocratici ed ecclesiastici della Capitale. Per concludere l'affare però le vittime erano tenute a versare degli acconti, spesso di diverse decine di migliaia di euro. Ricevuto l'anticipo però sparivano senza lasciar traccia.

La banda è stata sgominata dai carabinieri. I militari della compagnia di piazza Dante in queste ore stanno eseguendo un'ordinanza che dispone l'arresto per 6 persone nell'ambito di un' indagine coordinata dalla Procura di Roma. Gli arrestati sono ritenuti responsabili di aver compiuto una serie di truffe, consumate e tentate, per circa 13 milioni di euro.

Tra i presunti truffatori, anche un uomo che, per convincere le vittime, fingeva di essere un monsignore con conoscenze negli uffici del Vaticano. Per rendere il tutto credibile non esitava ad indossare un finto abito talare e dispensare benedizioni. Tra le truffe praticate anche la cosiddetta "black money scam", che consisteva nel far credere alla vittima di poter ottenere banconote attraverso la smacchiatura di fogli di carta con uno speciale solvente. 

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1
    Cambiamenti climatici

    Taglio di emissioni insufficiente: solo l’1%

    Secondo l’ONU, l’impegno dei Paesi non è abbastanza, bisognerebbe ridurre l’emissione di gas serra del 45% per mantenere l’aumento delle temperature entro 1,5 gradi dai livelli pre-industriali

  • 2
  • 3
    social network

    Twitter verso i contenuti a pagamento

    La piattaforma starebbe lavorando a un servizio di abbonamento in cui gli utenti pagherebbero contenuti speciali da account di alto profilo

  • 4
    gran bretagna

    La «sposa dell’ISIS» non potrà tornare a casa

    La Corte Suprema di Londra ha rovesciato il verdetto emesso in luglio in appello: alla 20.enne non sarà permesso di rientrare nel Paese dopo essere fuggita nel 2015 per unirsi ai miliziani del Califfato

  • 5
    africa

    Rapite oltre 300 studentesse in Nigeria

    Nuovo attacco da parte di uomini armati in una scuola di Jangebe, nello Stato di Zamfara: settimana scorsa 42 persone e a dicembre altri 300 ragazzi sono stati sequestrati in vari centri scolastici del Paese

  • 1