Fondatore di Telegram: blocco in Russia è anticostituzionale

MOSCA - La decisione di bloccare Telegram in Russia è "anticostituzionale" e "indebolirà la sicurezza nazionale russa" poiché "una parte" dei dati personali dei russi passerà a WhatsApp e Facebook "controllati dagli Stati Uniti". Lo ha detto il fondatore di Telegram, Pavel Durov sul suo account VKontakte. Lo riporta Interfax.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca