Gaza: due razzi sparati nella notte verso Israele che reagisce

TEL AVIV - Il ministro della difesa Avigdor Lieberman ha ordinato la chiusura dei valichi di Erez (persone) e Kerem Shalom (merci) con Gaza.

La decisione segue il lancio dei due razzi avvenuto questa notte dalla Striscia su Beer Sheva e l'area metropolitana di Tel Aviv. Al tempo stesso Lieberman ha ridotto a tre miglia marine la zona di pesca per le imbarcazioni di Gaza.

In mattinata l'aviazione israeliana ha attaccato a Gaza ''obiettivi terroristici'': a quanto pare postazioni militari di Hamas e della Jihad islamica. Un primo bilancio condotto da fonti mediche locali parla di un morto e di almeno tre feriti.

In Israele la tensione è molto elevata. Il capo di stato maggiore generale Gady Eisenkot ha interrotto una visita negli Stati Uniti e sta rientrando a Tel Aviv.

Secondo la radio militare è intanto iniziata la dislocazione di batterie Iron Dome di difesa alle principali città nel sud di Israele. A Beer Sheba (Neghev) e nelle località israeliane vicine alla striscia di Gaza le scuole resteranno oggi chiuse, per ragioni prudenziali.

Ad Ashqelon le sirene di allarme sono risuonate stamane e la popolazione è entrata nei rifugi. Nello stesso momento nel Nord della Striscia un velivolo israeliano ha colpito, secondo la versione del portavoce militare, alcuni palestinesi che si apprestavano a lanciare razzi verso quella città israeliana, geograficamente molto vicina.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1