Gerusalemme: Hamas chiama alla nuova intifada

Non tardano le reazioni alla decisione del presidente americano - Israele intanto invia battaglioni di rinforzo in Cisgiordania

Gerusalemme: Hamas chiama alla nuova intifada

Gerusalemme: Hamas chiama alla nuova intifada

GAZA - "Facciamo appello per una nuova intifada contro l'occupazione e contro il nemico sionista, ed agiamo di conseguenza": lo ha affermato il leader politico di Hamas, Ismail Haniyeh. Hanieyeh si esprimeva in un discorso pronunciato dalla propria abitazione a Gaza e trasmesso dall'emittente di Hamas 'al-Aqsa tv', mentre nelle strade della città si notano numerose manifestazioni di protesta contro gli Stati Uniti. "Il riconoscimento di Gerusalemme quale capitale di Israele è una dichiarazione di guerra nei nostri confronti", ha aggiunto.

Il presidente Donald Trump da parte sua ha invitato il presidente palestinese Abu Mazen a recarsi in visita a Washington, ma finora nessuna data e' stata fissata. Lo scrive la agenzia di stampa palestinese Maan, citando il giornale arabo al-Hayat. A Ramallah finora non c'è pero' conferma. Alcuni giornali scrivono al contrario che - alla luce del riconoscimento Usa di Gerusalemme quale capitale di Israele - i vertici dell'Anp stanno discutendo se sia opportuno boicottare la prossima visita nella Regione del vice presidente Usa Mike Pence.

Nel frattempo il portavoce militare israeliano ha detto: "In seguito ad un esame della situazione da parte dello Stato maggiore, è stato deciso che un certo numero di battaglioni saranno inviati come rinforzo in Giudea-Samaria (Cisgiordania)". Le forze armate hanno messo in stato di allerta anche altre unità, ha aggiunto, "per far fronte a possibili sviluppi" legati alle proteste palestinesi per il riconoscimento Usa di Gerusalemme come capitale di Israele.

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Cronaca
  • 1
  • 2
    aggressione alla manor

    Le prime reazioni dall’estero sull’attacco di Lugano

    Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha espresso solidarietà alla Svizzera e alla Città sul Ceresio: «Affronteremo insieme il terrorismo islamista in Europa e difenderemo i nostri valori» - La vicenda è stata ripresa anche dalla stampa estera

  • 3
    europa

    Il piano della Merkel per le feste di Natale

    In Germania i Länder propongono al Governo di permettere pranzi e cene alla presenza di un massimo di dieci persone (anche di famiglie differenti) – Luce verde per i fuochi d’artificio a Capodanno ‒ Allentamenti annunciati anche nel Regno Unito

  • 4
  • 5
    india

    Violenza sulle donne: nei taxi arriva il «panic button»

    Il dispositivo dovrebbe garantire la sicurezza delle donne durante gli spostamenti in taxi o in auto rickshaw (i caratteristici taxi a tre ruote): in caso di emergenza, premendo il bottone, una richiesta di soccorso viene inoltrata direttamente alla polizia

  • 1